La Casa Bianca esorta il supporto dei patti di copyright

Washington — Si prevede che l’amministrazione Clinton questa settimana inizierà la sua spinta a conquistare l’approvazione del Congresso per i trattati internazionali progettati per proteggere i titolari di copyright su Internet. Gli accordi sono fortemente supportati dalle industrie della musica e del cinema.

La Casa Bianca si svolgerà ufficialmente al Congresso due accordi raggiunti a dicembre alla Conferenza dell’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale a Ginevra. I trattati WIPO richiedono ai paesi di rafforzare le loro leggi sul copyright ed estendere gli ampliati diritti di proprietà intellettuale al cyberspazio. Più di 160 paesi hanno partecipato alla conferenza.

Inoltre, Howard Coble, presidente del sottocomitato di proprietà intellettuale della casa (R-N (R-N.C.) dovrebbe introdurre un conto per portarti.S. Regolamenti sul copyright in conformità con il trattato internazionale. Il disegno di legge avrebbe esplicitamente messo fuorilegge gli sforzi per eludere qualsiasi protezione tecnologica sul materiale protetto da copyright. Tali protezioni potrebbero includere un codice elettronico incorporato in un CD progettato per impedire la sua duplicazione.

Con opportunità di pirateria e commercio che si espandono esponenzialmente su Internet, il settore della registrazione ASSN. d’America sta facendo pressioni per i trattati e la legislazione di accompagnamento. Il presidente di RIAA Hilary Rosen afferma che la protezione internazionale del copyright per quanto riguarda l’ambiente digitale è un problema fondamentale per l’industria musicale. “ A causa del modo in cui la tecnologia è progredita, siamo chiaramente i più vulnerabili, ” Disse Rosen.

Mentre è ancora relativamente difficile trasmettere video su Internet, i modem cavi avanzati possono scaricare un CD in tre minuti, ha affermato Rosen.

Rosen sta inoltre esortando Coble e altri membri del Congresso per resistere agli sforzi per espandere la legislazione di accompagnamento per includere disposizioni che esentino le società di servizi online dalla responsabilità della pirateria digitale condotta sulle loro reti. “ Supporteremo la legislazione, ” Rosen ha detto, aggiungendo, “ è importante che l’attenzione sia stretta.”

All’inizio di questo mese, Coble ha introdotto un disegno di legge che avrebbe indennizzato le società di servizi online da qualsiasi atto di pirateria condotto sulle loro reti. Rosen, come altri rappresentanti di industrie ricche di copyright, si oppone al disegno di legge.

Lascia un commento