La biblioteca Nixon rivede di nuovo la storia di Watergate

Quando la Biblioteca e la nascita di Richard Nixon si aprirono poco più di 20 anni fa, l’ex presidente e lui stesso voleva evidenziare le mostre di politica estera, la replica dell’ufficio ovale e la first lady. Ma giornalisti e storici volevano sapere cosa diceva di Watergate. C’è stata una mostra allo scandalo che ha posto fine alla sua presidenza, ed è stato tra il più grande del museo, ma sembrava incolpare Watergate sui democratici e persino Ted Kennedy.

Oggi una nuova e rivista mostra Watergate è stata aperta, più dura e certamente più dannosa per il ruolo di Nixon, ed è motivata dalla consegna della biblioteca agli Archivi nazionali nel 2007.

Il New York Times rapporti, “ in tono e sostanza, non è niente come quello che si trova nelle biblioteche presidenziali dedicate a Truman e Hoover, per esempio.

“ ‘ Le sezioni all’interno della galleria hanno titoli che vanno “Trucchi sporchi e spionaggio politico” A “Strada per le dimissioni” A “Il COUNDUP.” I pannelli sul muro hanno invocato citazioni famose, come ‘ cosa sapeva il presidente, e quando lo sapeva?” E uno di un editoriale di rivista Time che esorta Nixon a dimettersi, leggere: “Richard Nixon e la nazione hanno superato un punto tragico di nessun ritorno.’”

Le modifiche si estendono alla programmazione della libreria. Ben Bradlee e Bob Woodward del Washington Post sono programmati per parlare lì il 18 aprile. Quando la libreria è stata aperta per la prima volta — Un grande e grande evento a Orange County al momento — I relatori di solito erano nell’ordine di Oliver North o lo Shah dell’Iran.

A PostScript: la biblioteca ha quella che potrebbe essere la più hipp di tutta la biblioteca presidenziale siti Web — Un curioso mix di storia accademica e kitsch. Non posso resistere alla pubblicazione di questo video di recente caricato di un ricevimento che Nixon ha ospitato per un gruppo di celebrità di Hollywood alla Casa Bianca occidentale di San Clemente nell’agosto 1972. È sicuramente vecchio Hollywood del giorno, con la lista degli ospiti tra cui Frank Sinatra, Jack Benny e George Burns, George Jessel e anche Scatman Crothers, The Gabor Sisters, Barbara Eden, Mary Tyler Moore, Peter Bogdanovich e Rona Barrett.

Puoi capire perché la biblioteca era ansiosa di pubblicare questo flashback: non è solo gli abiti, ma il sito del Nixon che incontra lo zio Charley da “ i miei tre figli.” Più stranamente, nel mix di star della sitcom e ospiti di varietà è il vicepresidente Spiro Agnew e sua moglie, che attraversano la linea di ricezione come se incontrasse Nixon per la prima volta, che probabilmente mostra quanto Little Nixon volesse fare con lui. Non c’è suono, quindi funziona come un film domestico.

Lascia un commento