Kickoff festivo per Busan Fest

Il sedicesimo Busan Film Festival è iniziato giovedì con fuochi d’artificio e laser al di fuori dei suoi 141 milioni di dollari a casa che gli organizzatori sperano che mostrino piani ambiziosi per espandere l’evento.

Sotto la nuova leadership di Lee Yong-Kwan, che sostituisce il venerato Kim Dong-ho, il festival è stato riorganizzato mentre entra in quello che gli organizzatori sperano sarà una nuova era.

Evento aperto con la canzone del Corea Helmer Il-Gon ’ s love Story “ sempre ” e proietteranno 307 film da 70 paesi prima che avvolge OCT. 14 con Helmer giapponese Harada Masato ’ S “ Chronicle of My Mother.”

Gran parte dell’attività del fest si concentrerà sul nuovo Busan Cinema Center, che ha cinque teatri e una serie di strutture in un edificio di nove piani.

La cerimonia di apertura è stata messa in scena al teatro all’aperto da 4.000 posti. Le star presenti includevano il giapponese Thesp Joe Odagiri, il regista di Hong Kong Yonfan e numerose star locali come Jang Dong-Gun. La cerimonia è stata ospitata dalle attrici coreane Ye Ji-Won e Um Ji-Won, e un punto alto è stato il premio del regista asiatico dell’anno Laurel alla leggenda di Hong Kong Tsui Hark.

Il Fest era precedentemente conosciuto come Pusan, ma la città ha rivisto il suo nome inglese a Busan per riflettere i cambiamenti nel modo in cui la Corea del Sud scrive l’alfabeto romano. Il piano di promozione di Pusan è ora il mercato del progetto asiatico.

Busan presenterà molte coproduzioni internazionali, tra cui “ Yang Gui Fei, ” Un dramma cinese basato su una vera storia interpretata da Fan Bing Bing e Chow Yun-Fat di Korean Helmer Kwak Jae-Yong (“ My Sassy Girl ”).

L’aggiornamento di Busan è un grande passo negli sforzi del Fest per competere con Tokyo per il titolo di Evento cinematografico di Asia. La competizione per quella corona si sta intensificando con Shanghai, Pechino e Singapore aggiungendo muscoli alle loro feste.

Lascia un commento