Inscatolato

Il botteghino è chiuso. Forse.

All’inizio di questo mese, il turbolento portale urbano ha licenziato tutti i suoi 300 membri del personale e ha annunciato l’intenzione di presentare una protezione da fallimento. Giorni dopo ha ricevuto $ 1.8 milioni di prestiti di emergenza e ha detto che avrebbe ripreso 50 dipendenti e gestirà il sito con un personale ridotto.

Tuttavia, tali piani sono stati preparati mentre gli investitori esaminano altre strategie come la vendita dell’azienda a pezzi. Il sito continua ad essere aggiornato dallo staff scrivendo sans pay.

Il botteghino urbano ha trascorso un anno difficile. Sebbene recentemente nominato da Rolling Stone come il miglior sito hip-hop sul web, la società è stata afflitta dalla sventura, tra cui la morte del suo fondatore, l’ex presidente di Motown George Jackson.

L’UBO originariamente ha presentato istanza di fallimento dopo che la società di capitali di rischio Eco Associates ha deciso di ritirarsi da un investimento da 20 milioni di dollari. La società ha affermato che UBO non aveva rispettato i termini del suo contratto, vale a dire che UBO avrebbe trovato partner strategici.

UBO aveva cercato di chiudere il suo quarto round di finanziamenti da $ 35 milioni dopo aver chiuso due round per $ 33.5 milioni all’inizio di questa primavera. La confusione sulla condizione fiscale di UBO &#8217 ha causato una reazione a catena con altri affiliati AD, come il sito musicale AKA.com, che afferma che non può pagare i suoi inserzionisti fino a quando non riceve un assegno da UBO.

Lascia un commento