Inouye cerca la sonda Retrans

Sen. Daniel Inouye (D-Hawaii) sta esortando l’U.S. Dipartimento. della giustizia e della Federal Trade Commission per sondare se le migliori compagnie televisive via cavo si stanno impegnando in una collusione illegale prendendo una posizione di linea dura uniforme contro i pagamenti consentiti di ritrasmissione in contanti alle emittenti.

Inouye presiede la sottocommissione del Senato Communications ed è lo sponsor originale del consenso di ritrasmissione. Tale disposizione, nascosta nella legge via cavo del 1992, consente alle emittenti di provare a superare i contanti degli operatori via cavo per i segnali della stazione televisiva che finora sono stati ricevuti gratuitamente.

Inouye, in una lettera ai CEO delle migliori compagnie via cavo nella U.S., ha detto che ha chiesto l’indagine antitrust “ per garantire un mercato gratuito e vigoroso.”

Le udienze incombono

Il democratico delle Hawaii ha dichiarato di poter anche tenere audizioni sulla questione quando il Congresso torna a settembre. Inouye ha notato nella sua missiva che Cablers “ sono ovviamente liberi di scegliere di non negoziare con le emittenti.”

Tuttavia, ha detto puntamente ai dirigenti del cavo, “ Confido che non ho bisogno di ricordarti che è una cosa se le tue strategie parallele sono una coincidenza e qualcosa di abbastanza diverso se le somiglianze derivano da fattori diversi dal caso.”

La lettera di inouye è stata salutata come benvenuto notizie dalle emittenti, molti dei quali hanno incontrato un muro di pietra nei negoziati di Retrans con gli operatori via cavo.

“ Ovviamente, siamo soddisfatti, ” disse Gary Chapman, capo della Provvidenza, R.IO.- Basato Lin Television Corp. “ I ’ veniva percepito che ci sono molte conversazioni in corso tra MSO di grandi dimensioni. Non so se so se sia correlato al ritrasmissione o no, ma porta a credere che tutto questo (la dura posizione del non caesh) non sia una coincidenza.”

‘ nessuna base ’

Peter Desnoes, capo di Burnham Broadcasting con sede a Chicago, ha detto, “ non ho assolutamente alcuna base per fare un’asserzione ” che i cabler stanno colludendo illegalmente. Tuttavia, se non è collusione, ha detto, c’è chiaramente a “ Subversion of the Intent of Congress ” Poiché i dirigenti dei cavi si rifiutano di discutere i pagamenti in contanti.

Sebbene nelle ultime settimane ci siano state una manciata di offerte di ritras in contanti che coinvolgono le piccole e medie compagnie via cavo, i migliori MSO della nazione — tra cui Tele-Communications Inc., Time Warner e Continental Cablevision — hanno resistito categoricamente a tagliare gli affari in contanti.

Inouye ha detto che trova il cavo Solid “ no Pay ” posizione “ particolarmente interessante ” Alla luce delle dichiarazioni rilasciate durante il dibattito sulla refarimento del cavo, il consenso di ritrasmissione costerebbe l’industria dei cavi “ importi esorbitanti ” di soldi.

Inouye ha osservato che lo studio di TCI ha pubblicato lo scorso anno lo scorso anno ha affermato che gli operatori via cavo sarebbero stati costretti a forconare oltre $ 1.67 per abbonato al mese per pagare Retrans.

Accordi sorprendenti

La portavoce della TCI Lela Cocoros ha dichiarato che la sua compagnia non ha ancora ricevuto la lettera di Inouye. Tuttavia, ha detto che TCI “ ha colpito i suoi accordi (non in contanti) con emittenti in tutto il paese. Non comprendiamo le preoccupazioni ” di inouye.

Marc Nathanson, capo della TV via cavo Falcon a Los Angeles, si è chiesto se un’indagine antitrust merita lo sforzo. “ le compagnie via cavo non devono cospirare il consenso di ritrasmissione, ” disse Nathanson. “ tutto ciò che devono fare è guardare la linea di fondo e vedere che non possono permettersi di pagare.”

Nathanson ha affermato che, dato le ricadute dal regolamento sui tassi FCC, è impossibile per noi impossibile pagare più denaro ” alle emittenti.

Alcuni addetti ai cavi industriali stavano ipotizzando che la richiesta di indagine di Inouye potesse essere stata spinta da un recente incontro tra INOUYE e la CBS Topper Laurence Tisch. Tisch era a Capitol Hill la scorsa settimana e ha incontrato diversi legislatori, tra cui Inouye.

Tuttavia, un rappresentante del Web degli occhi ha negato che Tisch avesse un ruolo nel produrre iNouye per agire.

Lascia un commento