In lode dell’ambiguità

Sebbene la statuetta Oscar sia maschile in nome e forma, i suoi dettagli anatomici minimi gli permettono di rimanere alla moda e iconograficamente corretti in un mondo più amorfo sessualmente amorfo.

Mentre l’Accademia si è mossa, piuttosto sorprendentemente, per ospitare film che celebrano una visione più avventurosa della sessualità umana, Oscar rimane adatto alla forma per ogni tipo di perversità moderne: non solo per ragazzi/ragazzo e ragazza/ragazza, ma un ragazzo come- Girl/Boy and Girl-as-Boy/Girl Duoos non sognò nell’immaginazione più convenzionale del sistema di Hollywood Studio.

Potresti anche dire che una certa flessione di genere è stata integrata in Cedric Gibbons ’ Design elegante e art-deco, in modo che anche durante i periodi di massima conformità alle regole del romanticismo ragazzo-ragazza, c’era sempre spazio per un cenno al capo allo strano e trasgressivo.

È improbabile che tu lo trovi nella categoria del miglior film importante, forse, dove è probabile che la cassaforte e la certificazione commerciale.

Ma è evidente altrove, ad esempio nei candidati alla recitazione. Considera gli attori e le attrici che hanno portato sullo schermo i meridionali gotici del Tennessee Williams, Katharine Hepburn ed Elizabeth Taylor entrambi nominati per le loro esibizioni nel nonnominata “ improvvisamente la scorsa estate, ” 1956, Geraldine Page e Shirley Knight, allo stesso modo, per “ Sweet Bird of Youth ”, 1985. Poi c’è Jack Lemmon, nominato per “ ad alcuni piace hot ” (1959) e Peter Finch per “ Sunday, Bloody Sunday ” (1966).

In questi anni hanno dominato i musical, le epopee e i melodrammi socialmente responsabili e molti anni ’ Gli elenchi di nominati erano più interessanti per ciò che era stato lasciato fuori che per quello che era incluso.

Un Hollywood profondamente puritanico era più a suo agio con una gara di carro muscolosi come “ Ben Hur ” che con la commedia transessuale furba di Wilder ’ ad alcuni piace calda.”

Nel 1960, Hitchcock ’ s Disturbing Edipal “ Psycho ” e Jules Dassin, più antico-Profession-Honoring “ mai domenica ” con Merlina Mercouri non includeva tra i nominati.

Quando “ West Side Story ” vinto nel 1961, film che non hanno fatto il taglio di cinque erano “ colazione a Tiffany ’ S ” con il suo “ mantenuto-man ” relazione tra Patricia Neal e George Peppard; “ The Children ’ s Hour ” Basato sul gioco di Lillian Hellman sugli insegnanti accusati di lesbismo in una ragazza ’ scuola; e “ Splendor in the Grass ” L’Elia Kazan-William Inge Drama della passione sessuale adolescenziale.

Alla fine degli anni sessanta, i tempi erano davvero un Changin ’. Nel 1967, “ nel caldo della notte ” un thriller vecchio stile sulle tensioni razziali nel sud, ha vinto, prevedibilmente, oltre a “ Bonnie e Clyde ” e “ il laureato.”

Ma ciò che è stato sorprendente è stato che questi due film, uno la violenta saga di un gangster impotente e che scelli di poesia, l’altro, una commedia romantica in cui l’eroe letti la madre dell’eroina, poteva essere nominata, indicando un indicatore Un cambio di mare nell’accademia ha un sapore.

Lo spartiacque per aver portato il sesso sgradevole nel mainstream era “ Midnight Cowboy ” Nel 1969, il film di Buddy Mordant di John Schlesinger di John Schlesinger su due squallidi trambusto che migrano a Times Square.

Naturalmente la deviazione non era che una cortina di fumo per il sentimento, gli incontri sessuali, etero- o altro, essendo meno importante dei legami romantici che si uniscono e simultaneamente riscattando due perdenti in gran gioco nella grande mela.

Gli anni ’70 e ’80 hanno assistito spesso a una spinta dell’involucro della sessualità, ma non sempre, con una sovrapposizione di romanticismo. Stanley Kubrick ’ S “ A Clockwork Orange, ” Nominato nel 1971 e “ liberazione, ” Nel 1972, entrambi avevano pedigree letterari, ma la loro deviazione e violenza hanno comunque scioccato i critici di entrambi.

Nei decenni precedenti, l’amore che non osa parlare il suo nome è rimasto non detto. È stato suggerito nella cotta di Sal Mineo su James Dean in “ Rebel senza causa, ” Ma l’enfasi era sull’amore e sulla solitudine.

Più tardi, mentre la rivoluzione sessuale ha inaugurato una discussione più aperta e un ritratto di sessualità, le sfumature di gay hanno iniziato a emergere.

“ Cabaret, ” Nommed nel 1972, ha vinto la migliore attrice e il miglior attore non protagonista per Liza Minnelli e Joel Gray come una coppia sessualmente strana. “ The Dresser ” (1983) presentava Tom Courtenay nel ruolo del materino materno di Albert Finney. Entrambi sono stati nominati come miglior attore. William Hurt ha vinto il miglior attore come prigioniero gay in “ Kiss of the Spider Woman ” (1985).

Questi esempi relativamente silenziosi di personaggi non reciproci sono stati seguiti da tutti i tipi di fantasie più complicate e luride di travestimento e transgender.

Chi avrebbe potuto immaginare, negli anni Ottanta, Julian Schnabel, il film decisamente del centro di Julian Schnabel ’ S “ prima della notte Falls ” in cui una stella mainstream, Johnny Depp, interpretava in fiammeggianti Drag e Javier Bardem, come protagonista graficamente e promiscuamente gay, sarebbe il miglior attore!

I film hanno sempre giocato con identità sessuale e inversione di ruolo, non solo all’interno del film — belle donne in cappello a cilindro e code, uomini in trascinamento — Ma nel processo di identificazione del pubblico.

Quali sono i film, dopo tutto, ma un’opportunità per gli spettatori di identificare non solo con personaggi/stelle del proprio sesso, ma anche del sesso opposto.

Le donne possono essere, per lo stesso breve momento, Juliet Binoche o Julia Roberts, o Tom Cruise o John Wayne, e il più burbero degli uomini macho, come il professor Higgins di Rex Harrison in “ My Fair Lady.”

Jimmy Stewart ’ s Cop in “ Vertigo ” Può insinuarsi nella pelle di una donna scrivendo la sua vita, modellandola e istruendola, godendo la gamma e la bellezza dei suoi vestiti e trucco: Her “ Varmments ” come nel travestismo.

Da “ Tootsie ” a “ essere John Malkovich ” e “ ragazzi Don ’ T Cry, ” I film hanno assunto la sfida posta dal femminismo in modi incantevoli e non ortodossi con sceneggiature che hanno permesso esplicitamente agli uomini di cercare di scoprire come ci si sentiva essere una donna e viceversa.

Dustin Hoffman (nominato per il miglior attore) ha avuto uno dei grandi ruoli della sua carriera di attore così disperato per il lavoro che si trasforma in una zitella di mezza età e diventa non solo la stella di una soap opera ma anche un critico del sessismo in luogo di lavoro.

In “ The Crying Game ” (1992), un soldato irlandese (Stephen Rea) si innamora di un’estetista nera solo per scoprire, in un denouement scioccante, che la sua amata ha un pene.

Il “ ti sei reso conto?” Il gioco è stato giocato ovunque, con alcuni spettatori che hanno insistito sul fatto che Apple di Jaye Davidson lo ha tradito Apple, mentre altri hanno confessato di essere stati colti di sorpresa. Ma l’inclusione del film tra i cinque nominati mostra quanto il pubblico lo abbia fatto un passo avanti.

Non che tale spavalderia non contenga tremori di paura nascosti. L’idea attualmente chic promossa da alcuni film che il genere è irrilevante perché ci innamoriamo di una persona, non di un uomo o di una donna, è assurda come il monogamo, un uomo per una donna per sempre ideale.

La nostra sensazione che i bordi sessuali siano più fluidi di quanto pensassimo sia tanto inquietante quanto liberatorio. Semmai, le ambiguità sessuali giocose e gravi che stanno prendendo una parte sempre più grande nei film e nei premi cinematografici possono essere una metafora per maggiori incertezze, il crollo di ogni sorta di strutture e supporti e i rischi e le possibilità che sono arrivati sulla loro scia.

Lascia un commento