Il volto della TV in prima serata è ancora bianca

La televisione in prima serata rimane schiacciante in modo schiacciante sia davanti che dietro la telecamera, gli attori, gli scrittori e gli accademici hanno detto a U A U.S. Audizione della Commissione per i diritti civili.

I risultati del rapporto critico del 1977 della Commissione su TV e minoranze, “ Dolstreding sul set, ” Tieni vero oggi, ha detto Chon Noriega, assistente professore presso la scuola di teatro, film di UCLA, film & Televisione.

Il presidente della CBS Entertainment Jeffrey Sagansky e ABC Prods. Il presidente Brandon Stoddard non era d’accordo. Sono stati fatti progressi per i neri, ma non per gli ispanici, hanno riconosciuto giovedì.

Sagansky ha detto al panel, “ Un’area in cui penso che abbiamo fatto immensamente bene è quello di sbarazzarsi dello stereotipi negativi delle minoranze. È migliorato molto.”

Rapporti rilasciati questa settimana dalla Screen Actors Guild e dalla Writers Guild of America West ha scoperto che le minoranze e le donne sono sottorappresentate sullo schermo e tra gli scrittori.

“ se guardi questi due rapporti potresti vedere alcuni minuscoli progressi, ma nel tempo, specialmente per i latini, con la natura statica dei numeri, in realtà c’è stata una regressione, ” ha detto Earl Saunders, ex direttore delle risorse umane della Wgaw.

I neri tendono ad essere lanciati in ruoli monodimensionali, ha detto l’attrice Marla Gibbs.

“ Ci viene più o meno detto chi siamo, piuttosto che chiedere, ” lei disse. “ cantiamo, balliamo, raccontiamo battute — Questo è tutto ciò che ci è permesso fare, per intrattenere.”

“ non vedrai i latini o un’abbondanza di persone di colore, proprio come non vedrai che Gesù Cristo non era dai capelli biondi e dagli occhi azzurri, ” ha detto l’attore Edward James Olmos.

La testimonianza di giovedì e#8217 ha concluso tre giorni di audizioni a Los Angeles con le tensioni razziali.

Testimoni hanno testimoniato che le organizzazioni giornalistiche hanno aumentato quelle tensioni con segnalazioni infiammatorie e insensibili che derivano in parte dalla mancanza di minoranze in redazione. La copertura della comunità più minole è composta da notizie negative, hanno detto.

“ Durante i disordini, i coreani erano presi di mira per la distruzione. Penso che ciò fosse dovuto alla copertura irresponsabile e inaccurata ” Delle uccisioni del 1991 di Latasha Harlins, un’adolescente nera, di coreano Grocer presto Ja du, ha dichiarato Kapson Yim Lee, senior editore dell’edizione inglese del Corea Times.

“ Sono la prima persona a dire che i media devono segnalare la notizia. Il problema è ciò che hanno definito la notizia. Ciò che è negativo è la notizia, ” Disse Sandra Evers-Manly, presidente della filiale di Beverly Hills-Hollywood del National Assn. per il progresso delle persone colorate.

I gestori televisivi locali hanno riconosciuto che alcune delle critiche erano valide.

Jose Rios, direttore delle notizie per KTTV Channel 11, ha affermato che le organizzazioni di notizie “ Don ’ T fanno abbastanza per accentuare il positivo.”

Joseph Dyer, direttore degli affari della comunità per KCBS Channel 2, ha affermato che devono essere assunti più giornalisti di minoranza.

Lascia un commento