Il piano di EC di tagliare gli aiuti preoccupa il film Euro Film

Bruxelles — Lunedì i ministri della cultura europea hanno sostenuto i piani della Commissione europea per tagliare sussidi alle produzioni cinematografiche locali, una mossa che le paure del settore apriranno la strada a Hollywood per estendere il suo dominio.

Il finanziamento statale sarà limitato a mezzo budget di un film, ad eccezione dei film che i governi di Stato membri decidono sono “ difficili e a basso budget.” Il taglio è sostanziale per i cineasti nei paesi nordici, il Belgio e i Paesi Bassi, che spesso ricevono sussidi dell’80%.

“ le persone dovrebbero svegliarsi — C’è un vero sussidi pericolosi che potrebbero essere limitati ancora di più quando le linee guida vengono riviste nel 2004, ” ha detto film europeo Cos. Segretario generale dell’Alleanza Philippe Kern.

L’EFCA, che rappresenta l’industria della mossa europea (i suoi membri includono Pathe, CLT/UFA e Filmfour), crede anche che le linee guida distorcano il finanziamento verso le foto culturali e lontano dai film commerciali.

L’ECFA ha attaccato il nuovo sistema in una lettera al capo della competizione dell’UE Mario Monti e il commissario alla cultura Viviane Reding. Pubblicando le linee guida, “ le autorità della Commissione europea stanno giocando nelle mani della U.S. negoziatori commerciali che non mancheranno di sfruttarli per limitare gli aiuti europei … al settore e consolidare la posizione dominante di Hollywood sul mercato globale, ” ha avvertito l’EFCA.

Sul lato positivo, i ministri della cultura prevedono di eliminare le tasse a valore aggiunto da “ prodotti culturali ” Quando la CE rivede la politica IVA il prossimo anno.

Lascia un commento