Il patto budget detiene il vantaggio per B’Casters

Washington — L’accordo di bilancio in equilibrio, che la Camera e il Senato dovrebbero approvare formalmente già oggi, sigilla una bonanza da miliardi di dollari per le emittenti, che viene consegnata gratuitamente un enorme pezzo di spettro digitale.

Nonostante le sue obiezioni alla disposizione dello spettro, il presidente Clinton ha promesso di firmare il primo bilancio federale equilibrato in 28 anni in legge.

Tra un migliaio di altri dettagli sepolti nel patto di bilancio da trilioni di dollari c’è una disposizione che darà a ogni stazione TV del paese un prezioso secondo canale per iniziare a trasmettere un segnale digitale. Sebbene le onde aeree digitali valgano miliardi se vendute sul mercato aperto, i legislatori hanno deciso di rinunciare a qualsiasi pagamento.

Lo slancio era troppo grande anche per il presidente del comitato commerciale del Senato John McCain (R-Ariz.) resistere. McCain è stato un critico vocale del piano per dare alle emittenti lo spettro prezioso. “ È stato qui abbastanza a lungo da sapere che non ha scelta, ” Un aiutante di McCain ha detto martedì.

Garantire lo spettro senza dover compensare il governo federale è una grande vittoria per la lobby della trasmissione, che ha trascorso gli ultimi tre anni a combattere gli sforzi per l’asta dello spettro.

I lobbisti della trasmissione hanno anche sconfitto uno sforzo dalla Casa Bianca per addebitare l’affitto per l’uso del secondo canale. Sebbene l’uso del secondo canale sia chiamato un prestito, il Congresso è pronto ad approvare la legislazione che evidente praticamente lo sforzo di stabilire una scadenza del 2006 per restituire uno dei due canali emittenti controllano presto. La fattura del bilancio ordina alla FCC di estendere la scadenza se meno dell’85% delle case in un mercato ha accesso a un segnale digitale.

Private, i lobbisti trasmessi ammettono le garanzie linguistiche che gestiranno sia un segnale analogico che un segnale digitale fino al prossimo secolo.

Mentre i funzionari dell’amministrazione Clinton hanno concesso la sconfitta martedì nel loro sforzo di pagare le emittenti, hanno sperato che le regole del Senato bloccheranno un’altra disposizione dell’accordo di bilancio che termina il divieto di possedere più di una stazione televisiva in un mercato.

L’amministrazione si oppone anche a una disposizione correlata che porrebbe fine al divieto di possedere una stazione TV e un giornale nello stesso mercato. Entrambe le disposizioni entreranno in vigore solo nei mercati più grandi di 400.000 e dipendono dalle emittenti completando la transizione a un servizio solo digitale.

La Casa Bianca spera che uno statuto del Senato, noto come regola di Byrd, manterrà le disposizioni deregolatorie fuori dall’accordo di bilancio. In base alla regola di Byrd, l’accordo può includere un linguaggio che è specificamente mirato alla tassazione o alla spesa.

Ma i sostenitori notano che le disposizioni del duopolio e della proprietà trasversale aumenterebbero il pool di candidati che possono fare offerte per qualsiasi spettro che alla fine viene restituito al governo alla fine del periodo di transizione digitale. Il pool più grande aumenterebbe la concorrenza per le onde radio e quindi probabilmente comporterebbe un reddito dell’asta più elevato.

Lascia un commento