Il conto del salvataggio ti dà.S. Push di produzione

Quattro anni dopo l’American Jobs Creation Act è stato firmato in legge dal presidente George W. Bush, un sondaggio sul panorama del lavoro negli Stati Uniti offre alcune statistiche che fa riflettere: almeno 760.000 posti di lavoro persi quest’anno e 159.000 buste paga hanno tagliato a settembre, il più in 5½ anni.

Questo è uno dei motivi per cui molti a Hollywood stanno incoraggiando la legislazione sull’incentivo fiscale approvato dal Congresso come parte del disegno di legge di salvataggio di Wall Street da 700 miliardi di dollari. Gli emendamenti alle sezioni del codice delle entrate interne 181 e 199, originariamente parte dell’American Jobs Creation Act, rendono più facile per le produzioni cinematografiche e televisive trarre vantaggio dagli incentivi.

“ questo incentivo molto modesto ci aiuta a creare un flusso molto più forte di entrambi i posti di lavoro e, in definitiva, tasse allo stato e tornano al governo federale, ” dice film indipendente & Jean Prewitt, presidente e CEO dell’Alleanza televisiva, che ha lavorato con la Directors Guild of America e la coalizione del settore per far passare queste disposizioni.

Prewitt afferma che la coalizione del settore aveva originariamente collaborato con il Congresso cinque anni fa per scrivere la stessa lingua che si trova nelle recenti emendamenti nella legislazione realizzata per l’American Jobs Creation Act, ma in ritardo nel processo il comitato dei modi e dei mezzi ha cambiato la disposizione senza consulenza con l’industria. Le modifiche hanno sostanzialmente reso gli incentivi impraticabili per la maggior parte dei cineasti.

Tutto è stato risolto dalla legislazione del salvataggio. Forse la modifica più importante nella sezione 181 è stata la rimozione del limite di $ 15 milioni ($ 20 milioni per le riprese in aree economicamente in difficoltà e a basso reddito) per qualificarsi per la detrazione al 100%.

“ come funziona (è) se spendi $ 10 milioni in costi di produzione nel 2008, allora quando si fa a fare la dichiarazione dei redditi per il 2008 deduci $ 10 milioni. È una detrazione, ne deduci il 100% perché l’hai speso per i costi di produzione, ” dice Jeff C. Foy, veterano avvocato finanziario cinematografico, produttore e autore del libro “ usando la sezione 181.”

Anche il periodo effettivo per l’incentivo della sezione 181 è stato esteso a dicembre 2009 e le modifiche sono retroattive per le produzioni che hanno iniziato la fotografia principale quest’anno.

“ Molti altri film sono ora idonei per l’incentivo della Sezione 181, compresi i film ora in produzione che non hanno soddisfatto i requisiti dei limiti di costo in vigore fino a (le) modifiche alla sezione 181, ” Foy spiega.

Costi del lavoro

Miglior e più tecnico, Sezione 199 — Conosciuto anche come incentivo per la detrazione della produzione nazionale — è un vantaggio importante che era anche poco pratico prima che fosse cambiato dal Congresso. L’incentivo fornisce una detrazione fiscale del 6% (9% a partire dal 2009) di “ reddito di attività di produzione qualificata, ” limitato al 50% dei salari W2 pagati negli Stati Uniti.

L’emendamento amplia la definizione di “ qualificato ” film includendo nuovi metodi di distribuzione come lo streaming di video su Internet. La definizione delle entrate lorde della produzione interna è stata ampliata per includere varie forme di merchandising. Infine, l’emendamento rappresenta diversi accordi di partenariato tra gli studi.

Tuttavia, non tutti sono entusiasti delle agevolazioni fiscali di Hollywood.

“ questo rientra nella categoria di disposizioni non correlate al salvataggio o alle azioni intraprese per arginare la crisi nel mercato del credito, ” afferma Jean Ross, direttore esecutivo del progetto di bilancio della California. “ Penso che sia sfortunato quando inizi a vedere l’accumulo di disposizioni non correlate a un disegno di legge che era chiaramente molto necessario per cercare di arginare l’attuale crisi economica.”

Lascia un commento