Il comitato del Senato confonde riforma

I combattenti nella battaglia per proposti modifiche alla legge sul consenso di ritrasmissione si sono messi a tacere davanti a una sottocommissione del Senato mercoledì durante una rara udienza di zoccolo piena di legislatori frustrati e dirigenti del settore.

La scena era il sottocomitato per le comunicazioni del Senato, che è stata stimolata dai recenti negoziati rancori tra News Corp. e CableVision che ha portato a un blackout di 15 giorni di stazioni di volpe per gli abbonati via cavovision. Il panel sta scavando se sono necessarie nuove regole governative per proteggere i consumatori e rendere il processo di negoziazione di Retran più trasparente, come hanno sostenuto gli operatori via cavo e satellite.

A portata di mano c’erano i migliori dirigenti di Cablevision, News Corp., Time Warner Cable, Univision e Indie Arts Channel Ovation.

L’audizione è iniziata con un avvertimento severo, su questioni molto lontane da Retrans, dal presidente del comitato commerciale John D. Rockefeller IV (D-W.Va.) circa il “ la macchina per l’intrattenimento.” Rockefeller ha detto, “ Il sistema che abbiamo per sviluppare contenuti TV, imballaggi che contenuti e distribuendolo ai consumatori è rotto.” Ad esempio, ha detto, invece di essere un cane da guardia che controlla l’accesso al governo, abbiamo il “ abbaiare senza fine di un ciclo di notizie di 24 ore ” così come il giornalismo che è famelico per la prossima voce invece dei fatti.

Ha definito il consenso di ritrasmissione che emette parte di una discussione più ampia che deve essere tenuta, che ha i cittadini arrabbiati al centro. “ se non riesci a risolvere questa situazione, la risolveremo per te, ” Ha avvertito. “ ma quando lo facciamo, cercheremo di fare di più che arbitrare le tue controversie aziendali perché più che il consenso di ritrasmissione affligge i nostri mercati televisivi.”

Il presidente della sottocommissione John Kerry (D-MASS.) ha detto che favorisce un dialogo tra le parti in modo che il mercato possa operare come in passato. Ma temeva che l’azione del governo potesse fallire nel panorama delle comunicazioni in rapido cambiamento.

Glenn Britt, presidente-CEO di Time Warner Cable, ha iniziato con una discussione per la riforma del processo di negoziazione di Retrans, che ha affermato che è stato creato 18 anni fa molto prima della trasmissione di reti via cavo di proprietà di Web commercializzati in bundle a sistemi.

“ Time Warner concorda sul fatto che i mercati liberi sono preferibili, ma il consenso di ritrasmissione non è un mercato libero. È un privilegio speciale dato a emittenti come l’esclusività e il libero uso delle onde radio, ” Egli ha detto. Britt ha detto che Time Warner non si oppone al pagamento dei segnali di trasmissione, ma è necessario un processo equo.

News Corp. Prexy Chase Carey ha detto al panel che Fox giustifica la ricerca di un “ più che giusto ” Prezzo per le sue stazioni poiché il Web ha una media di oltre 8 milioni di telespettatori durante la prima serata, più dei primi tre canali via cavo combinati. Anche così, Fox sta cercando più volte meno delle reti via cavo con una frazione delle sue valutazioni, ha detto.

Carey ha affermato che il recente accordo con Cablevision è stato mediato solo dopo che è diventato chiaro che il governo non sarebbe arrivato a “ Rescue ” Cablevision da una negoziazione del libero mercato. “ Una volta che CableVision è tornato al tavolo della contrattazione, siamo stati in grado di negoziare un accordo rapidamente.” Se la FCC fosse intervenuta, “ Cablevision non sarebbe tornato al tavolo della contrattazione e probabilmente non avremmo ancora avuto un contratto in atto, ” Egli ha detto.

Il topper Fox ha avvertito che se il governo modifica le leggi che regolano il consenso di Retrans, la perdita di preziose notizie, sport e intrattenimento potrebbe derivare. “ se non possiamo vendere i nostri contenuti per un prezzo che ci consente un equo ritorno sul nostro investimento, non saremo più in grado di investire nei contenuti di alta qualità di cui gli spettatori godono, ” Ha detto al panel. Ha detto che è necessario un secondo flusso di entrate in modo che Fox possa competere contro i reti via cavo per eventi sportivi come la serie del campionato Bowl, per la quale è stato superato da ESPN.

Tom Rutledge, direttore operativo di Cablevision, ha concordato che le controversie sul trasporto del segnale sono “ devastazione di demolizioni con i consumatori ” ma ha detto che il prezzo richiesto da Fox era molto più alto rispetto agli accordi stabiliti con ABC e CBS e più di quanto potesse sopportare.

“ Stiamo combattendo per i clienti con molta concorrenza. In questo modo ci ha fissato al costo, ” Egli ha detto.

Rutledge ha affermato che l’attuale schema normativo beneficia le emittenti, che sono libere di creare il potenziale per i blackouts della TV. “ perché le leggi del governo hanno creato il problema, solo il governo può risolverlo, ” Egli ha detto. Ha detto che le regole di trasporto non richiedono anche sistemi via cavo per acquistare canali di trasmissione prima dei canali via cavo indipendentemente dal fatto che gli abbonati li desiderino. “ ma nulla impedisce a un’emittente di tirare un segnale prima di un grande evento come gli Academy Awards o il Super Bowl.”

Il topper Univision Joe Uva ha affermato che i ricavi di Retrans hanno permesso alla rete in lingua spagnola di crescere mentre potenzia gli ispanici in tutta l’u.S. Il CEO di Ovation Charles Seger ha esortato la riforma dei regolamenti per garantire che i consumatori abbiano accesso al suo Web indipendente, che affronta la concorrenza ingiusta dalle decisioni di programmazione in bundle.

Lascia un commento