Il cavo fa volto antipatico D.C. Tribunale

L’industria televisiva via cavo ha preso un pestaggio ieri mentre cercava di convincere un tribunale federale a colpire parti della nuova legge via cavo.

Un pannello a tre giudici decisamente antipatico della u.S. Il tribunale distrettuale ha ascoltato gli argomenti perché dovrebbe invalidare le disposizioni della legge via cavo del 1992 in merito al consenso del must-carry e della ritrasmissione. A giudicare dai commenti della panchina, il cavo affronta una battaglia in salita.

In questione c’erano cinque cause separate presentate da entità del settore via cavo tra cui Turner Broadcasting, Daniels Cablevision, Time Warner Entertainment, Discovery Communications e National Cable Television Association. I querelanti hanno sostenuto che i loro diritti di primo emendamento sono stati violati dalla legge.

Ma il trio di giuristi ha avuto difficoltà a bilanciare tali argomenti contro le preoccupazioni del Congresso quando ha superato la legge lo scorso autunno. “ tu ’ devi diventare realistico — C’è un monopolio là fuori, ” Il giudice berretto Stanley Sporkin all’avvocato NCTA Joel Klein.

Spenkin, unita ai giudici Thomas Jackson e Stephen Williams, ha ripetutamente sfidato il Corpo degli avvocati via cavo per giustificare i loro argomenti di Primo Emendamento su Must-Carry contro gli sforzi del loro settore per mantenere il “ Baby Bells ” Fuori dal business via cavo.

“ Ti stai opponendo alle campane?” ha chiesto al giudice Sporkin del avvocato di Time Warner Stewart Gold. “ non in questo procedimento, ” L’oro ha risposto alle risate da una sala affollata.

I giudici sono previsti per decidere entro un mese i meriti delle sfide del cavo riguardanti il consenso del must-carry e della ritrasmissione. Tutte le altre questioni dinanzi al tribunale, comprese le disposizioni sulla regolamentazione dei tassi, l’accesso al programma e i canali di accesso in affitto, saranno ascoltate separatamente da Jackson e decisero in seguito.

Il caso del governo viene difeso dal Dipartimento di Giustizia., che dice che chiederebbe immediatamente alla u.S. Corte suprema per rivedere una decisione contro i suoi interessi.

L’industria dei cavi la lamentela principale con la nuova legge è una disposizione che consente alle emittenti di costringere gli operatori via cavo a trasportare segnali gratuitamente in una disposizione must-carry o di negoziare con le emittenti per il consenso della ritrasmissione. La legge richiede inoltre alla maggior parte degli operatori via cavo di mettere da parte il 33% dei loro canali per il trasporto di segnali di trasmissione locali.

I rappresentanti via cavo hanno sostenuto che le disposizioni limitano incostituzionalmente l’industria dei cavi diritti di libertà di parola a favore dei diritti delle emittenti. Quello che è di più, qualsiasi decisione di colpire solo una delle due disposizioni renderebbe la legge impraticabile, hanno detto.

Gli argomenti sono stati contestati da giudici impazienti che chiaramente non erano d’accordo sul fatto che sono in gioco i problemi di primo emendamento.

“ il Congresso non sta cercando di regolare il contenuto del tuo programma, ” disse il giudice Spenkin. “ ma c’è il caos qui e molti problemi. C’è un’enorme quantità di avidità che ha avuto luogo e il Congresso è intervenuto.”

Lascia un commento