Il caso Berlusconi si disegna a Hollywood

Un tribunale del Milan è destinato a chiamare i dirigenti di Hollywood Studio per testimoniare nel processo del primo ministro italiano e il magnate dei media Silvio Berlusconi, accusato di frode fiscale nell’acquisto di diritti cinematografici e televisivi.

Il giudice Edoardo D ’ Avossa ha detto lunedì che l’ex capo Paramount della TV internazionale Bruce Gordon e Mark Kaner, ex Twentieth Century Fox Intl. Prexy televisiva, sono tra quelli a cui potrebbe essere chiesto di testimoniare nei prossimi mesi.

I pubblici ministeri sostengono che Berlusconi ha rinunciato a $ 400 milioni dalle casse del suo gruppo TV Mediaset utilizzando due società offshore per acquistar u.S. Diritti della TV e dei film e poi rivenderli a Mediaset a prezzi gonfiati.

La ripresa del caso iniziata nel 2006 segue la decisione della Corte Suprema Italia per abbattere la legge che ha dato l’immunità al titolare di 73 anni dall’accusa.

A lunedì l’udienza della Corte ha negato le richieste da parte degli avvocati di Berlusconi per sospendere il processo in attesa di possibili modifiche legali in merito alla durata del processo. Berlusconi sta attualmente pianificando una nuova legge che vedrebbe morire i processi se non completati entro due anni, nonché la reintroduzione dell’immunità parlamentare generale; Entrambi potrebbero aiutarlo a eludere l’accusa.

Venerdì, come previsto, un processo separato in cui Berlusconi è accusato di aver corrotto U.K. L’avvocato David Mills per mentire sotto giuramento in relazione al caso dei diritti cinematografici è stato sospeso fino al febbraio. 27.

Lascia un commento