Il campanello suona per Monica ed Ernest

Monica Lewinsky incontra Ernest Hemingway.

L’improbabile — e fortunatamente, impossibile — L’abbinamento è stato lo scenario scintillante per la storia vincente lunedì sera alla 19a annuale INTL. Imitazione di Hemingway Competition, in cui gli scribi hanno combattuto per rendere giustizia alla prosa sparsa e meditabonda del maestro di macho.

La storia, intitolata “ attraverso il Potomac e nei suoi pantaloni, ” è stato scritto da Maxine Nunes, un produttore della rete di spettacoli di Game Show di Sony che non era mai entrato in precedenza al concorso.

“ Il giovane stagista mi ha mostrato il perizoma, ed è stato buono, ” La storia è iniziata, senza dubbio senza dubbio dove si trovava. “ ed è stato anche male perché ho pensato a mia moglie in un perizoma e sapevo che sarebbe sembrato il jambon che è appeso ai salumi lungo la Rue de Buci.”

Nunes, che ha vinto una cena per due all’Harry Bar ’ S a Venezia, Italia — L’omonimo emporio della città di Century dove si è tenuto il concorso — ha detto che aveva vissuto su vino e vongole per un mese ” Dopo aver letto Hemingway ’ S “ una festa mobile ” anni fa e da allora è un ardente fan.

Il secondo classificato è stato Mark Miller, un giornalista che, quando ha partecipato al concorso per l’ultima volta nel 1995, “ ha commesso l’errore di parodia di Hemingway, non imitandolo.” Questa volta, ha detto, è tornato all’ovile e ha lavorato duramente per essere cattivo.”

Il risultato è stato “ la dimensione è abbattuta, ” in cui il protagonista chiede al suo amante, “ mi rovinerai?” A cui risponde, “ sì, ma nel buon modo in cui una donna rovina un uomo.”

Sebbene il concorso — Organizzato da Pen Center USA West — è spudoratamente ironico, i partecipanti venerano chiaramente Hemingway, il cui centenario di nascita viene celebrato quest’anno.

“ ha cambiato il modo in cui leggiamo e il modo in cui scriviamo, ” ha detto Digby Diehl, corrispondente letterario per “ Good Morning America ” e uno dei cinque giudici del concorso.

Charlton Heston è venuto, ha detto, “ per venerare uno dei grandi scrittori americani, ” e leggere ad alta voce, con la sua voce sonora, estratti dal lavoro del Maestro.

Molto vino era ubriaco ed era buono.

Lascia un commento