Il bottino pirata sequestrato

Una task force di cinque forze dell’ordine mercoledì ha condotto raid in cinque presunte piante contraffatte CD e DVD nel sud della California.

I detective hanno stimato il valore al dettaglio dei dischi confiscati a $ 200 milioni, il che renderebbe il raid di mercoledì e il più grande sequestro di CD o DVD contraffatti di sempre, in qualsiasi parte del mondo.

Vice Scott Gage, portavoce dello sceriffo della contea di Los Angeles., Detti mandati di ricerca sono stati serviti contemporaneamente in cinque piante a Baldwin Park, Pomona, Costa Mesa, Santa Ana e North Hollywood.

Le piante erano tutte legittime aziende ma presumibilmente producevano dischi contraffatti, hanno detto le autorità.

Non sono stati effettuati arresti, ma Gage ha detto che le autorità stanno cercando mandati di arresto. Oltre ai dischi confiscati, sono state sequestrate le attrezzature utilizzate per la creazione di CD e DVD, tra cui 79 timbri, i macchinari effettivi per il dischi.

Gage ha detto il raid, soprannominato “ Operation Final Release, ” Coperto un’indagine di sei mesi da 65 detective della Task Force High Tech della California meridionale. La task force è composta da investigatori dello sceriffo del dipartimento., U.S. Servizio segreto, California Highway Patrol, Office procuratore distrettuale della contea di Los Angeles e dipartimento di polizia di Los Angeles. Sono stati aiutati da Org del settore che registra il settore Assn. dell’America e del film Assn. dell’America.

Come parte dell’indagine, i detective hanno condotto una serie di operazioni di puntura, ha detto Gage, sebbene non avesse dettagli specifici.

L’industria cinematografica perde $ 3.5 miliardi all’anno per i pirati, esclusa la condivisione di file online, secondo MPAA. Anche le perdite nel settore della registrazione raggiungono i miliardi.

Sia le industrie di registrazione che quella del cinema hanno intrapreso campagne legali contro gli sharers illegali e campagne educative per convincere il pubblico che la distribuzione non autorizzata di materiali protetti da copyright è un problema serio.

Lascia un commento