IFP espande la portata, Filmmaker Focus

Il progetto di cineasta indipendente è sopravvissuto a molte sfide per la sua storia a volte tumultuosa di 33 anni, alcuni dei più grandi due anni fa, mentre la direttrice esecutiva di lunga data Michelle Byrd è partita e la recessione economica ha scosso Globe, portando l’industria cinematografica indipendente per la corsa.

La produttrice di lunga data Joana Vicente, un consiglio di amministrazione dell’IFP e membro del comitato esecutivo che è diventato direttore esecutivo ad interim nel novembre 2009, ricorda i commenti di coloro che hanno offerto consigli quando ha preso il lavoro. “ tutti mi direbbero la stessa cosa: ‘ l’organizzazione ha bisogno di un calcio nel culo, ’?” Vicente ride. “ C’era una percezione (IFP) era un po ‘stagnante e vecchio stile, e non era necessariamente vero, ma era così che le persone la percepivano.”

In risposta, Vicente sta istituendo i cambiamenti che espandono la portata dell’IFP e aggiungendo programmi che aiutano i suoi registi.

“ Immagino che sia circa, ‘ lascia che non ci assicuri che non venga qui e che l’adesione sia (in basso) lì, ’ ” Lei spiega. “ Let ’ s Assicurati che ci siano più connessioni — che sappiamo cosa vogliono i nostri membri e stiamo lavorando per loro.”

Le nuove iniziative sono arrivate veloci e furiose. Tra questi: una partnership con la Film Society of Lincoln Center (FSLC) per la settimana cinematografica indipendente IFP (incluso il primo programma di mentore di visioni emergenti); diversi nuovi eventi questo mese a Cannes (tra cui A “ Spotlight on Women ” Evening, un pannello Timestalks sponsorizzato dal New York Times e una serie di incontri per la colazione da una settimana); il programma di formazione IFP di International Transatlantic Partners; il primo forum di Cross-Media NYC (una nuova conferenza mediatica con il gruppo digitale con sede a Londra Power to the Pixel); Nuove borse di studio con il Latino American Training Council e altri che ti mandano.S. I cineasti di tutto il mondo; e l’espansione di IFP i Core Independent Filmmaker Labs.

“ We ’ siamo gli unici laboratori che si occupano di film in post-produzione, ” Vicente dice, “ ed erano troppo concentrati sulle strategie per i festival, quindi abbiamo integrato nuovi componenti di marketing e distribuzione.”

A partire da questo autunno, Settimana del cinema indipendente, la più antica u.S. L’evento per i film in sviluppo in cerca di produttori e finanziamenti, nonché l’ambientazione per la conferenza cinematografica indipendente di IFP, sarà ospitato nel nuovissimo Centro Film Film Elinor Bunin Monroe Film di FSLC.

Visioni emergenti, trattenute OCT. 3, offrirà 25 cineasti in arrivo del New York Film Festival e il tutoraggio IFP Workshops da Industry and Fest Vets.

Il direttore dirigente della Film Society, Rose Kuo, afferma che il programma si espanderà per includere Helmers della serie di nuovi registi/nuovi film di FSLC e altre partnership che spera di operare tutto l’anno tutto l’anno.

The Alliance è una sorta di riunione: l’IFP è nato da una conferenza organizzata da Sandra Schulberg, Miles Mogulescu (dall’ormai defunto Fondazione The Film Fund) e Steve Wax per correre in collaborazione con il New York Film Festival del 1979.

La produttrice Nekisa Cooper parla molto del programma narrativo emergente della settimana cinematografica, recentemente ripristinato dopo essere stato tagliato a causa di vincoli finanziari.

“ Era estenuante, ma ci ha davvero aiutato a ottenere le nostre costolette in termini di intero aspetto da appunti di velocità del lancio di un film, ” lei dice. “ (vicedirettore) Amy Dotson è diventata mentore per noi. (Ifp ha) l’unico laboratorio al mondo che so che si occupa di quello che fai dopo te ha girato il film: come faccio a portare questo film a un pubblico?”

I laboratori continuano ad essere il cuore dell’organizzazione e supportano molte delle circa 300 funzionalità IFP aiuta a sviluppare ogni anno. Il livello di rendimento IFP può essere misurato dalle sue numerose opere acclamate, tra cui “ Blue Valentine ” e “ Frozen River.”

La più grande, ultima storia di successo potrebbe essere lo scrittore-regista Dee Rees e Cooper, il racconto della lesbica per età lesbica “ pariah, ” che focus presenta il debutto del Sundance Film Festival quest’anno.

Vicente può beneficiare di essere parlato in modo morbido in un gruppo con molte voci rumorose e supponenti tra i suoi 10.000 membri principalmente con sede a New York. E sebbene non lo appaia all’inizio, il direttore esecutivo è molto un animale politico; È nata in Portogallo, dove ha lavorato a diverse campagne politiche di sinistra e ha incontrato suo marito, producendo il partner Jason Kliot. Dopo aver lavorato nel Parlamento europeo e in altri lavori, Vicente si è diretto a New York di Kliot, due decenni fa, dove la coppia ha continuato a produrre o produrre più di 40 funzionalità indie.

Vicente è stato eletto al consiglio di amministrazione dell’IFP nel 2005 ed è diventato segretario del suo comitato esecutivo tre anni dopo.

“ Facevo parte del comitato di ricerca in cerca di (un direttore esecutivo) e non mi è mai passato per la testa che avrei fatto questo lavoro, ” lei dice. “ all’undicesima ora, un candidato finì per non funzionare e ci siamo detto, ‘ qualcuno deve intervenire.’?”

Si è impegnata per un anno e poi le è stata offerta in silenzio la posizione permanente. Il tempismo era giusto: Kliot e Vicente hanno lasciato i loro film HDNET dopo che è stato assorbito dalla società madre 2929 Entertainment alla fine del 2007 e la produzione presso la loro Open City Films Banner ha rallentato durante lo scricchiolio finanziario.

Il primo ordine del business di Vicente è stato quello di arruolare sponsor aziendali come Royal Bank of Canada (backer della nuova partnership con il Lincoln Center Film Org e Byrd ’ s United Nations/IFP “ Envision ” Programma DOC) per sostituire i benefattori di lunga data messo da parte dall’economia. Altri programmi sono stati sostenuti, tra cui la rivista Filuito.

Resta da vedere se Vicente può evitare il tipo di controversie che hanno perseguitato IFP negli ultimi dieci anni, incluso un tentativo fallito di riunire cinque gruppi IFP regionali e autonomamente sotto l’iniziativa IFP/National, la defezione dell’IFP/LA Branch (ora film indipendente) con i suoi Spirit Awards e lamentele per nuove regole ai Gotham Awards.

Vicente dice che potrebbe esserci un premio aggiunto ai Gotham che integra un altro ramo dell’IFP, ma aggiunge, “ se abbiamo qualcosa che ha successo, (dovremmo) lasciarlo da solo.”

Vuole porre fine alla guerra fredda che si è sviluppata con il film indipendente. Questi sforzi sono stati interrotti quando Dawn Hudson, direttore dirigente indipendente del film, ha lasciato quell’org alcune settimane fa per dirigere l’Accademia delle arti e delle scienze del film.

“ una delle prime cose che ho fatto quando ho preso il lavoro è stato incontrare Dawn, ” Dice Vicente. “ Ho appena incontrato di nuovo con lei e abbiamo parlato di alcune aree concrete in cui potevamo collaborare. I ’ d amo riparare (cose) e capire se ci sono ponti tra le nostre organizzazioni.”

Lascia un commento