IATSE si muove per organizzare gli artisti VFX

Due sindacati hanno lanciato unità organizzative per artisti di effetti visivi — Uno dei più grandi settori non sindacalizzati in Showbiz.

Le mosse di INTL. Alleanza dei dipendenti della fase teatrale e l’intl. La fratellanza dei lavoratori elettrici viene in un momento in cui la domanda di studio di effetti visivi più abbaglianti è aumentata in mezzo alla concorrenza spietata mentre il crescente potenza di calcolo dei costi verso il basso.

VFX Guru Richard Edlund (“ Star Wars, ” “ Raiders of the Lost Ark ”) Daily Variety, “ Gli effetti visivi sono stati un gruppo di non unione per molti, molti anni, ed è giunto il momento di ricevere rappresentazioni.”

IATSE è diventato pubblico negli ultimi giorni con il suo sforzo organizzativo. “ esegui servizi per l’industria e meriti la stessa dignità, benefici e voce sul posto di lavoro offerto a ogni altro artigiano e creatore, ” ha detto il presidente Matthew Loeb in una lettera inviata al direttore dirigente della Visual Effects Society Eric Roth e al presidente Jeff Okun.

Loeb ha detto che IATSE ha gettato le basi per la sua guida per l’anno scorso. Okun e molti altri esperti di VFX hanno detto che l’IBEW ha anche tentato di organizzare gli artisti degli effetti visivi.

“ Penso che sia buono per gli artisti VFX avere la possibilità di essere in un sindacato, ” SCOTT SCITT SCOTT SCOTT SCOTT SCOTT SCOTT SCOTT. “ VFX è stato uno dei pochi segmenti di produzione privi di copertura sindacale. Gli artisti VFX passano da progetto a progetto e studio a studio proprio come fanno i resto degli equipaggi di produzione, quindi ottenere una copertura sanitaria coerente è stata un problema.”

Squires ha notato che nei giorni pre-digitali, gli artisti VFX sono stati rappresentati da una varietà di sindacati, ma quegli sforzi sembravano svanire una volta che il VFX digitale è diventato lo standard.

Un dirigente in una casa VFX leader, che ha chiesto di non essere nominato, ha detto che l’unione potrebbe essere problematica.

“ I ’ non è intrinsecamente anti-sindacale, ma per una società di medie dimensioni, siamo sotto una pressione sui prezzi enormi, ” Egli ha detto. “ se ciò che paghiamo per aumenti, siamo appena condannati. È davvero il costo per il datore di lavoro. Abbiamo già pagato benefici per la salute e questo aumenta ogni anno. Tutto ciò che lo rende più difficile è solo spaventoso. È utile proteggere i lavoratori dagli abusi, ma se spinge i lavori fuori dallo stato, torniamo a Square Zero.”

Iatse non ha rivelato se ha registrato una società. L’alleanza del film & Produttori televisivi — che funge da braccio negoziale per le conglom di intrattenimento — non ha avuto commenti.

Okun ha detto a Daily Variety che le spinte di sindacalizzazione sono uno sviluppo positivo, notando che la società di effetti visivi non può assumere una posizione ufficiale.

“ I ’ m entusiasta di morte per il fatto che hanno finalmente riconosciuto che gli artisti VFX non hanno avuto alcuna rappresentanza per anni, e#8217; è circa il tempo, ” Ha detto Okun. “ personalmente, penso che sia in ritardo. Spero che abbiano successo, e spero che abbiano un piano per sindacarsi senza guidare il resto del lavoro fuori dagli Stati Uniti.”

Lettera di Loeb ’ che ha più di 112.000 membri — ha istituito un comitato organizzativo di veterani del settore per sviluppare una strategia. “ oltre 25.000 dei nostri 60.000 membri che lavorano facendo film in tutto l’U.S. e il Canada è a Los Angeles, ” Disse Loeb. “ questi membri godono della protezione della più grande unione di intrattenimento del mondo. I contratti in base ai quali lavorano prevedono condizioni di lavoro e piani di benefici che sono secondi a nessuno. Ma c’è un gruppo importante che manca per la nostra unione, gli artisti degli effetti visivi, ed è mia ferma convinzione che la loro legittima casa sia all’interno dello IATSE.”

Loeb ha detto che IATSE ha assunto Jim Goodman come rappresentante a tempo pieno con l’unica responsabilità di organizzare per l’unità. I rappresentanti internazionali Steve Aredas, Jamie Fry e Peter Marley erano stati assegnati alla guida e riferiranno al direttore della divisione cinematografica Michael Miller.

I segmenti significativi del biz VFX sono lontani da Hollywood. Due importanti datori di lavoro negli effetti visivi — Luce industriale di Lucasfilm & Magic and Tippett Studios — non sono sindacalizzati. Disney ha annunciato a marzo che stava chiudendo San Rafael, California.-Basato su ImageMovers Digital, con conseguente perdita di 400 posti di lavoro sindacali rappresentati dalla Guild di Animazione, che opera come IAT LOCAL 839.

L’ex dirigente di Sony ImageWorks Jenny Fulle ha affermato che la spinta a organizzare l’industria arriva in un momento di incertezza nel Biz VFX.

“ Stiamo combattendo incentivi fiscali e salari più bassi in varie località del mondo, incluso il nostro cortile, ” lei disse. “ Le aziende di effetti visivi stanno lottando per rimanere in attività e il lavoro si perde ogni giorno da quelle regioni che offrono incentivi finanziari. Sostengo qualcosa di morale che ci aiuta a rimanere praticabili in questi tempi difficili e opponerci a ciò che ci fa essere ancora meno competitivi.”

L’artista VFX Dave Rand ha detto a Daily Variety che è entusiasta dello sviluppo. “ dobbiamo organizzarci ora prima che diventi ancora più difficile con l’espansione globale del nostro settore. Ho trascorso i miei ultimi due anni con ImageMovers Digital, uno dei pochi negozi sindacali nel settore VFX. Questa combinazione ha costituito i migliori anni della mia carriera. Qualità della vita e buona retribuzione per una persona molto creativa.”

L’ultimo grande gruppo di lavoratori dello showbiz da organizzare sono stati i circa 500 direttori di casting e associati che hanno affiliato all’INTL. Fratellanza dei Teamsters nel 2005. I Teamsters hanno anche tentato di organizzare compositori e parolieri di Hollywood in un sindacato.

Lascia un commento