I terroristi che raccolgono fondi nella pirateria, dice lo studio

Washington — I terroristi si stanno muovendo nel biz della pirateria a un ritmo allarmante, secondo MPAA Topper Jack Valenti e un recente rapporto di Interpol.

Durante un’audizione davanti al comitato per le relazioni esteri del Senato di mercoledì, Valenti ha citato un rapporto di Interpol del 6 aprile che esaminava i legami tra criminalità di proprietà intellettuale e finanziamento del terrorismo.

“ Interpol crede che vi sia un legame significativo tra contraffazione e terrorismo in luoghi in cui vi sono gruppi terroristici radicati, ” Valenti disse ai senatori, citando il segretario generale dell’interpol Ron Noble.

“ quanto dei ricavi fluiscono verso i terroristi è difficile da misurare, ma senza dubbio è lì, ” Ha aggiunto.

Il rapporto fornisce ampie prove di gruppi terroristici che raccoglieno maniche dalla vendita di merci contraffatte o piratate e osserva che i proventi di queste merci stanno rapidamente diventando il loro modo preferito di raccogliere fondi, perché i rischi sono bassi rispetto alla gestione dei farmaci e al riciclaggio di denaro, il loro principale Centri di profitto in passato.

La maggior parte delle merci contraffatte menzionate nel rapporto, tuttavia, sono articoli per la casa comuni, non prodotti di intrattenimento. Ad esempio, il rapporto ha osservato che i funzionari doganali danesi hanno collegato la contraffazione di shampoo, creme, colonia e profumo ai flussi di denaro di Al Qaeda.

Il rapporto contiene solo un esempio di un gruppo terroristico che beneficia della vendita di prodotti di intrattenimento piratato.

Nel febbraio 2000, un individuo che ha venduto dischi di gioco Music CDS, Sega e Nintendo è stato arrestato per pirateria e sospetta raccolta di fondi per un’organizzazione legata all’Hizbollah. Immagini di cortometraggi di attacchi terroristici e interviste con bombardieri suicidi erano tra i dischi piratati recuperati dalla polizia. Il rapporto afferma che i dischi sono stati “ presumibilmente usato come propaganda per generare fondi per Hizbollah.” Mentre l’interpol ora ha copie di questi film, il singolo responsabile è ancora in generale.

Diversi senatori erano solidali per il rapporto.

Sen. Bill Nelson (D-FLA.) ha una certa familiarità con il problema. Dopo che la polizia ha rotto un’operazione di merci contraffatte in Florida, ha scritto una lettera al dipartimento di sicurezza nazionale. Segretario Tom Ridge, chiedendo se c’era qualcosa che potesse fare per far luce sul legame tra pirateria e terrorismo.

“ i terroristi sono in grado di realizzare un profitto molto elevato a un rischio molto basso, ” Il portavoce di Nelson ha spiegato in seguito. “ il senatore Nelson ritiene che ci siano gravi implicazioni per la sicurezza nazionale.”

Lascia un commento