I nerd prendono la parola

Washington — Consegnando a Hollywood Majors una vittoria di Boffa, un influente pannello del Senato giovedì ha fatto saltare l’industria tecnologica per aver rifiutato di giocare a palla e trovare un modo per impedire alle foto piratate di essere zippato su Internet.

Nessuno nel comitato del commercio del Senato si è nemmeno preso la briga di intervenire quando Walt Disney Co. Il topper Michael Eisner ha iniziato a scambiare parole accese con il dirigente di Intel Veep Leslie Vadasz. Alla fine, entrambi stavano deridendo, incapaci di nascondere il loro disprezzo.

Eisner, stupindo i soloni con la sua esagerità, non ha detto protezione su Internet, niente più Hollywood.

“ ci sono persone nel settore tecnologico che credono che la pirateria sia l’app killer per la loro attività. La loro crescita da un quarto di trimestre è spinta in avanti da persone che ottengono le cose gratuitamente, ” Disse Eisner.

“ prendo davvero un’eccezione a questo, ” Vadasz ha detto. “ contrariamente a ciò che Mr. Eisner dice: noi come industria non siamo stati costruiti attorno a Thievery.”

Ma Vadasz sembrava non avere amici sulla pedana, grazie a una campagna di lobbying intensiva e lunga mesi di Motion Picture Assn. di America Prexy Jack Valenti e The Majors. Testimoniando con Eisner erano Valenti e News Corp. Topper Peter Chernin.

Era chiaro che i poteri politici si erano schierati con le forze MPAA, minacciando la legislazione se il settore tecnologico non tornava alla tabella della contrattazione e risolveva tre questioni chiave di protezione da copia.

“ Se non riesci a proteggere ciò che possiedi, non possiedi qualcosa, ” Valenti ha detto.

Presidente del comitato sen. Ernest Hollings (D-S.C.) e altri POL hanno iniziato a citare la mancanza di protezione della copia come uno dei colpevoli chiave che reggono la transizione della TV digitale: nessun contenuto di Hollywood, nessuna transizione.

Solons ha esaurito una promessa da Vadasz: entro la fine di marzo, i migliori produttori di computer del paese presenteranno la tecnologia che impedisce il trasferimento di contenuti dai set di televisori digitali a Internet.

Altri due problemi

Ma altri due problemi chiave rimangono irrisolti.

Gli studi vogliono anche una tecnologia che impedisce ai tradizionali televisori che ricevere un segnale digitale di essere collegato al cyberspazio.

E, forse in modo più critico, le major di Hollywood sono alla ricerca di tecnologie che impediscono agli utenti di computer di suonare i film piratati su Internet.

Vadasz ha affermato che l’intervento del governo in queste aree farebbe “ danno irreparabile ” al Biz del computer, e che Hollywood vuole sovraccaricare computer e altri dispositivi con troppe restrizioni.

Hollings ha respinto la caratterizzazione come “ sciocchezze, ” Dicendo, in sostanza, che il Congresso non vuole non svuotare il Biz del computer ma, piuttosto, a castrare la pirateria.

“ Questo è un esempio della retorica che abbiamo ascoltato per anni, ” Eisner ha detto a Hollings. “ se non proteggi i contenuti su Internet, che è la fine del settore dell’intrattenimento.”

Eisner ha affermato che non è stata una coincidenza che le principali compagnie di computer del paese hanno inviato una lettera mercoledì ai capi dello studio che esprimono una continua disponibilità a negoziare una risoluzione. Sentiva che la lettera era spinta dall’udienza e da Hollings ’ Minaccia di presentare la legislazione se il settore tecnologico e l’elettronica di consumo non capiscono come proteggere i contenuti.

La stanza piena di risate quando Vadasz ha ribattuto che i tempi della lettera non avevano nulla a che fare con l’udienza del Senato.

La lettera, inviata da Toppers a Dell, Microsoft, Intel e altri produttori di computer, ha affermato che era ancora possibile una soluzione privata e che il biz tecnologico è impegnato a sedersi con Hollywood.

Chernin calmo

Adottando un approccio più basso di Eisner, Chernin ha affermato che gli studi non vogliono privare i consumatori del loro diritto di registrare film per la visione personale a casa. Allo stesso tempo, ha detto, gli studi devono sapere che i loro contenuti saranno ragionevolmente sicuri.

“ Pertanto, il problema più importante per tutte le società di intrattenimento, e certamente per ogni produttore di contenuti, è quello della protezione del copyright, un diritto costituzionale che è sempre più stato attaccato in questa era digitale, ” Disse Chernin.

Vadasz ha scattato a Valenti, ricordando come il topper MPAA una volta si riferiva al videoregistratore come il “ Boston Strangler ” dell’industria cinematografica. Come si è scoperto, ovviamente, il Biz video ha creato un nuovo flusso di entrate per Hollywood.

Quando è arrivato il suo turno per testimoniare, Valenti ha riso al barb. “ a proposito, l’ho detto e lo avrei usato di nuovo. È una frase pittoresca.”

Lascia un commento