I licenziatari di immagini si riempiono di secondi

Questo articolo è stato corretto il 15 giugno 2003.

New York — Per il merchandising Mavens al giorno d’oggi, un blockbuster di Hollywood non si traduce abitualmente in uno smash al dettaglio. Ma amano un sequel. Molto.

Caso in questione: Disney-Pixar ’ S “ Trovare Nemo, ” che è una sensazione al botteghino, avendo incassato $ 158 milioni in corso nel suo terzo fine settimana di rilascio.

It ’ S “ un grande film, ” dice il direttore operativo della Marvel Bill Jemas. “ ma non ha nulla a che fare con le abitudini di acquisto dei consumatori.

Tuttavia, aggiunge, “ il Continuazione sarà grande per il merchandising. ‘ Nemo ’ è stato una proprietà; ora è.”

In effetti, le proprietà familiari hanno dirigenti di merchandising sorridenti. Una stringa di versioni calde — da “ Spider-Man ” a “ Scooby-doo, ” “ Harry Potter ” a “ il Signore degli Anelli ” e “ x2 ” a “ 2 Fast 2 Furious ” — sono sequel o hanno sequel in arrivo.

Il sequel Mania ha lanciato un bagliore roseo sull’arena di licenze e merchandising maltrattata, un biz spietat spremuto di recente da un’economia morbida, riducendo lo spazio sugli scaffali e rivenditori ansiosi bruciati negli ultimi anni da foto come “ Godzilla ” e “ Star Wars: Episodio 1 — La minaccia del Fantasma.”

“ francamente, è un grande impulso, ” dice Dan Romanelli, prexy di Warner Bros. Prodotti di consumo in tutto il mondo. “ un sequel di un franchising di successo è la chiave per mantenere il marchio là fuori.”

I sequel sono generalmente foto di eventi supportati da un enorme marketing in studio. Rivenditori come quelli. E loro Veramente Come una grande versione basata su un successo precedente.

“ se tu ’ stai parlando di un mondo ideale, preferisci un film (sequel) ogni tre anni con una serie TV animata tra. Altrimenti, un film ogni due anni. Mi piacerebbe un film di Batman ogni tre o quattro anni, ” Dice Romanelli.

“ I ’ d come un film ogni anno e mezzo, ” Dice Tim Rothwell, vicepresidente senior di prodotti di consumo universali.

Tuttavia, tutti i sequel non sono bocconcini automatici per bambole e figure di peluche. Una campagna di licenze deve essere ben progettata e perfezionata, con le giuste dimensioni e il mix di prodotti — e non possono imitare il giro originale, dicono i dirigenti.

Universal non aveva praticamente alcuna licenza per “ The Fast and the Furious, ” ma si è spostato in marcia per “ 2 veloce.” Sei tuffato nella cultura automobilistica, creando un marchio di vita, branchi di ruote Hawking, set hi-fi, luci al neon e una serie di corse di trascinamento.

I partner di merchandising Sony e Marvel hanno aumentato il numero di licenziatari per il “ Spider-Man ” Sequel per 300 da 200, afferma Al Ovadia, senior Veep di Sony Pictures Consumer Products. E Jemas sta preparando una grande spinta per un secondo “ Daredevil.” “ pensiamo che sia stato trasmesso dal fumetto ” al grande schermo, dice.

Warners, tuttavia, ha ridimensionato accordi di licenza per la terza foto di Harry Potter dopo un eccesso di prodotto di alto profilo l’anno scorso.

A volte “ meno è di più, ” Dice Romanelli. “ vuoi evitare l’ubiquità. Vuoi assicurarti che i prodotti nei negozi vengano.”

Se il flusso del sequel continua, potrebbe esserci un imbarazzo delle ricchezze. “ non possiamo spingere più di due o tre film all’anno senza essere sfidati dai rivenditori, ” Dice Romanelli. “ Ci chiedono, hai due film a luglio, che vuoi che supportiamo?”

Per ora, sembra esserci abbastanza ricchezza per diffondersi.

Rothwell afferma che la sua divisione ha generato più di $ 1 miliardo nelle vendite al dettaglio nell’ultimo anno. Le licenze di intrattenimento totale sono aumentate del 4% a circa $ 42 miliardi nel 2002, secondo le statistiche del gruppo commerciale Lima, dopo essere state stagnanti per diversi anni.

Spidey ottiene molto credito. “ le persone hanno detto ‘ Spider-Man ’ ha contribuito a riportare le licenze cinematografiche, ” dice Ovadia.

Romanelli concorda: “ ‘ Spider-Man ’ aiutato tutta la nostra linea di supereroi. Il successo è contagioso.”

Lascia un commento