I giocatori mirano a Washington Ban

I rivenditori di video e gli editori di Vidgame hanno presentato una causa venerdì per ribaltare una legge statale di Washington che vieta le vendite o i noleggi ai bambini dei Vidgames che descrivono la violenza contro le forze dell’ordine.

Hollywood Entertainment, la società madre dell’Oregon della catena video di Hollywood, si è unito al Vidgame Trade Group The Interactive Digital Software Assn. e altri nel presentare causa presso il tribunale federale per ribaltare la nuova legge per motivi costituzionali.

La causa arriva una settimana dopo che una corte d’appello federale nel Midwest ha lanciato un divieto più generale a ST. Contea di Louis, MO., sulle vendite di vidgames violenti e sessualmente. In tal caso, i giudici hanno affermato che Vidgames aveva diritto alle stesse protezioni del Primo Emendamento di film, musica e libri. Il tribunale ha anche stabilito che in assenza di qualsiasi contenuto sessuale, i giochi violenti non potevano cadere in nessuna definizione legalmente riconosciuta di eccezione di oscenità al Primo Emendamento.

La legge dello Stato di Washington è più strettamente focalizzata sui giochi che descrivono la violenza contro la polizia e altri agenti delle forze dell’ordine. Tali giochi non possono essere affittati o venduti ai minori ai sensi della legge, che è stato firmato dal governatore di Washington nell’ultimo mese.

Ma i critici hanno sottolineato diversi problemi con la legge oltre le questioni costituzionali di base, come la sua definizione di quali tipi di giochi potrebbero effettivamente essere influenzati. Ad esempio, non è chiaro se un gioco di fantascienza ambientato in un lontano futuro rientrerebbe sotto le disposizioni della legge se mostrasse che la polizia venisse attaccata. Allo stesso modo, non è chiaro se i giochi verrebbero sotto la legge se rappresentassero i cattivi che erano poliziotti canaglia che dovevano essere impegnati a commettere il male.

Lascia un commento