H’wood prende una fetta più grande della cinese biz

Contrassegnare la prima foto per sfruttare i termini zuccherati in Cina sulla condivisione delle entrate, “ Wrath of the Titans ” restituirà un quarto della foto ’ s $ 24.6 milioni di guadagni continentali a Warner Bros.

Questo è un grande passo avanti rispetto a soli quattro mesi fa, quando gli studi hanno ricevuto tra il 13% e 17.5% di una foto cinese di foto. Ma il paese ha rilassato le pratiche commerciali per i film stranieri a febbraio, aumentando il limite di condivisione delle entrate al 25% e aumentando il numero di importazioni annuali di film a 34 (da 20).

La Cina segna anche “ Wrath ’ S ” Territorio internazionale con il maggior incasso.

Altre foto che sono state aperte da marzo sono Fox Intl.’ S “ Titanic ” in 3d, seguito da Universal ’ S “ Battleship ” e Disney ’ S “ The Avengers.”

Incassando $ 142.5 milioni in sole cinque settimane al botteghino cinese, quel territorio segna “ Titanic ’ S ” Il più grande contributo globale — più doppio dei $ 57 milioni che ha guadagnato in u.S.

Sebbene non sia ancora aperto nella u.S., Grossi cinesi di $ 45.8 milioni per “ Battleship ” Dal 18 aprile sono il più alto di qualsiasi territorio internazionale. La Cina è stata il terzo territorio incasso per “ Avengers, ” Dopo l’u.S. e l’u.K., Tirando $ 50.4 milioni dalla sua versione del 5 maggio.

In genere, gli studi vedono i profitti dei lordi cinesi su base mensile.

L’aumento della quota di febbraio 8217 ha rappresentato una vittoria per il film Assn. d’America, l’Organizzazione mondiale del commercio e il vicepresidente Joe Biden, dopo decenni di pressioni sulla Cina per aprire le sue restrizioni ai film stranieri.

La Cina ha mostrato da tempo un appetito per la tariffa di Hollywood, ma la mancanza di schermi e restrizioni all’importazione hanno vincolato una distribuzione più ampia. Warner Bros., Ad esempio, non ha stato il suo primo “ Harry Potter ” foto su 310 schermi nel 2001. È finale “ Potter ” L’anno scorso la puntata è uscita su più di 3.500 schermi. La Cina ha attualmente circa 6.000 schermi attivi e il governo prevede che quel numero raggiungerà 20.000 entro il 2015.

Il capo MPAA Chris Dodd ha elogiato il PACT China al cinema di quest’anno, chiamandolo A “ notevole risultato. È stata una delle notizie più positive di notizie che abbiamo avuto da molto tempo.”

Ma proprio come Hollywood sta iniziando a raccogliere i frutti di farsi strada nel mercato cinese, alcuni bizzer si preoccupano che una nuova indagine da parte della Commissione per i titoli e gli scambi potrebbe complicare le cose.

Il mese scorso, la notizia è emersa che la SEC aveva inviato diverse lettere di indagine di Hollywood Studios su possibili pagamenti inappropriati ai funzionari cinesi. L’indagine ha rappresentato i primi passi di ciò che potrebbe svilupparsi in un’indagine informale.

Per molti, le indagini hanno anche esemplificato le sfide di irrompere nel mercato cinese, che includono restrizioni di censura scarsamente definite e talvolta burocrazia labirintica.

Con i lordi botteghini che dovrebbero raggiungere $ 5 miliardi entro il 2015, si prevede che più giocatori internazionali entreranno in scena. Secondo un promemoria del 9 maggio dell’OMC, anche le società cinesi cercheranno più contenuti all’estero. Il promemoria disse: “ la Cina concordò inoltre che lo sarà … Incoraggiare attivamente più imprese cinesi, comprese le imprese private, a ottenere licenze e a partecipare alla distribuzione di film (importati).”

Lascia un commento