Hicks Nixes UA Acquista

New York — L’industria espositiva è stata gettata in subbuglio venerdì tardi quando la società di acquisizione a sfruttamento Hicks, Muse, Tate & Furst è stata eseguita fuori dalla proposta di acquisizione di $ 850 milioni di un circuito teatrale degli artisti uniti, dopo aver cercato senza successo di ridotta il prezzo di acquisto.

Il crollo dell’accordo ha vinto l’Hicks, il piano di Muse ha annunciato il mese scorso per acquisire i cinema regali congiuntamente con Kohlberg Kravis Roberts, Hicks, Muse e KKR entrambi. Ma significa che la fusione a tre vie di UATC, Regal e KKR#8217; i teatri III che dovevano seguire l’acquisizione regale saranno ora ridotti a una semplice fusione di Regal e Act III.

L’UATC di 2.174 screeni dall’immagine riduce le dimensioni di quello che sarebbe stato un monolite da 5.400 screen a soli 3.226 schermi — Solo 500 schermi davanti al suo rivale più vicino Cinema Carmike.

Ma gli analisti di Wall Street hanno immediatamente iniziato a ipotizzare che Regal-Act III potrebbe iniziare a guardare altre potenziali mostre da acquistare, con i principali candidati visti come AMC Entertainment o Carmike.

Il socio generale del KKR Clifford Robbins ha alimentato quella speculazione, affermando in una dichiarazione che “ il combinato regale-act III continuerà a esaminare altre opportunità di consolidamento nel settore.” Robbins non era disponibile per ulteriori commenti.

Hicks Hems and Haws

UATC ha affermato che in una dichiarazione il suo azionista di controllo, Merrill Lynch Investment Funds, ha risolto l’accordo di vendita con Hicks, Muse a 5 p.M. Venerdì dopo che il fondo LBO ha rifiutato di completare l’accordo di 4 mesi, hanno detto fonti.

Hicks, Muse ha dichiarato in una dichiarazione che “ ha scelto di non essere consumato ” L’accordo ma né la società LBO né l’UATC hanno elaborato per i motivi. I dirigenti di Hicks, Muse e Stonington Partners, che gestiscono i fondi di investimento Merrill Lynch, non erano disponibili per il commento venerdì tardi.

Una persona che ha familiarità con la situazione ha detto: “ le parti hanno semplicemente accettato di non essere d’accordo. Non ci sono piani per il contenzioso.”

Fonti hanno detto, tuttavia, che Hicks, Muse non era soddisfatto degli utili del 1997 di UATC, che non sono stati marginalmente a corto di proiezioni fatte durante il processo di vendita lo scorso autunno. Queste proiezioni erano state riviste verso il basso da previsioni estremamente ottimistiche fatte in precedenza nel processo di aste, hanno detto le fonti.

Riduzione dei prezzi ricercata

Una fonte ha detto Hicks, Muse la scorsa settimana ha iniziato gli sforzi per ridurre il prezzo. La risposta di Stonington è stata quella di insistere sul fatto che l’accordo negoziato fosse completato o chiuso, quindi Hicks, Muse ha deciso di interrompere.

Mentre UATC non è stato leggermente all’altezza delle sue proiezioni, ha osservato venerdì in una dichiarazione che i suoi guadagni prima degli interessi, delle tasse, dell’ammortamento e dell’ammortamento sono aumentati del 10% a $ 95 milioni nel 1997, mentre il flusso di cassa per schermo è aumentato del 14%. Kurt Hall, direttore operativo UATC, ha dichiarato in una dichiarazione che il flusso di cassa a gennaio è aumentato di quasi il 75% rispetto allo scorso gennaio, a seguito di “ Titanic ” e altre versioni cinematografiche.

Hicks, Muse, ovviamente, era stata criticata da dirigenti di esposizione e aziende rivali LBO per aver accettato l’accordo UATC in primo luogo. La maggior parte dei rivali, incluso KKR, aveva esaminato UATC durante l’asta ma si è opposta al prezzo.

Il consenso tra i dirigenti del settore era che UATC avrebbe dovuto spendere diverse centinaia di milioni di dollari per rinnovare il suo circuito per raggiungere lo standard di altre mostre leader e per impedire alla mostra di perdere quote di mercato ad altre mostre meglio finanziate che si spostano nei suoi mercati. Questo investimento, oltre al prezzo di acquisizione, ha sollevato domande sul ritorno degli investimenti Hicks, Muse avrebbe ottenuto, aveva detto Wall Streeters.

Come Cowen & Co. L’analista Paul Marsh ha detto lo scorso dicembre che l’acquisto di UATC è stato come acquistare “ un cubo di ghiaccio che si scioglie.” All’epoca, Hicks, il direttore operativo di Muse John Muse ha licenziato queste critiche, insistendo sul fatto che UATC era forte nei suoi mercati fondamentali come New York. Muse non era disponibile per un commento venerdì.

Input partner

Alcuni osservatori hanno ipotizzato che KKR potrebbe aver influenzato gli hicks, Muse per ritirarsi dall’accordo. Mentre nessuna ditta era disponibile per un commento, gli osservatori hanno notato che UATC era sottovalutato nella sua capacità di tornare al processo di aste quando Hicks, Muse ha cercato di ridurre il prezzo, perché KKR era stato il secondo miglior offerente per la mostra dello scorso novembre, e come risultato dell’acquisizione regale era ora partner di Hicks, Muse nella loro avventura nella mostra teatrale.

UATC ha vinto ’ T torna sul mercato. In una dichiarazione Chief Operating Officer UATC Kurt Hall ha dichiarato che la società ha iniziato EF-Forts per rifinanziare i suoi $ 500 milioni di debito e azioni privilegiate “ per ridurre i nostri costi di prestito e fornire ulteriore flessibilità finanziaria.”

Hall ha aggiunto che questo “ ulteriore flessibilità finanziaria ci consentirà di continuare la nostra strategia per migliorare ed espandere i nostri mercati chiave attraverso il completamento del nuovo sviluppo del teatro, i lavori di ristrutturazione ai teatri esistenti e l’espansione di alcuni teatri chiave.”

Le persone vicine a UATC hanno detto che il circuito era in qualche modo meglio rimanere indipendenti. Una fonte ha osservato che mentre il Regal prevede di competere in mercati come New York City, andrebbe sicuramente avanti ora, UATC è l’operatore in carica e sta spendendo denaro per proteggere la sua posizione — che non hanno contribuito a fare gli sforzi di Regal per entrare nel mercato.

Ma altri osservatori hanno affermato che il crollo dell’accordo renderebbe la vita ancora più dura per l’UATC perché le fusioni espositive stavano creando aziende più grandi con bilanci più forti e quote di mercato più grandi. UATC affronta già, nei principali mercati urbani, la prossima fusione dei teatri Loews di Sony con Cineplex Odeon e la minaccia di giocatori esterni come Regal che entrano nei loro mercati.

“ UATC ha sicuramente alcuni problemi ” Ora, ha detto l’analista di Furman Selz Stewart Halpern.

Halpern ha aggiunto che Regal e Act III erano “ più compatibile ” partner, sia a causa della loro diffusione geografica che dello stile dei teatri che operano. Regal ha sede nel sud -est, al di fuori dei principali mercati, mentre Act III è nel nord -ovest.

Entrambi i circuiti sono altamente redditizi, con team di gestione molto apprezzati. La domanda ora è se Kkr e Hicks, Muse tornerà rapidamente sul percorso di acquisizione, per mettere la loro compagnia espositiva al di sopra del segno di 5.000 screen.

“ Nella misura in cui UATC è fuori immagine, ciò rende prospetticamente il concetto di fare altri affari molto più probabile, ” disse Halpern.

Lascia un commento