Film fides hanno i piedi di argilla

Gli studi in genere inondano la stagione estiva con i loro costosi tentpole — Ma quanto sono redditizi è una domanda aperta.

Dipende da come conta e per quanto tempo tieni traccia.

Un film logicamente ha un ciclo di sei anni sul quale recuperare i costi e trasformare un profitto ordinato. E sempre più, quelle scommesse multimilionarie sono finanziate da più di una parte.

Nel corso dei primi quattro anni, un film di successo attirerà circa il 25% dei suoi ricavi finali dal botteghino globale, il 35-45% da casa-video/DVD e il 15-25% dalle offerte di licenze televisive TV.

Chiaramente, a oggi i costi negativi sempre più comuni di $ 170 milioni, i tentativi sono una proposta costosa anche prima di P&A e successivi costi di marketing video/DVD iniziano.

Ma ci sono altri fattori nascosti che possono mangiare nel conteggio degli utili finali.

Quando il brusio precoce è scarso, così com’era con “ The Hulk ” e “ Sinbad, ” Basta garantire schermi sufficienti per ampie rilasci può significare sacrificare i profitti.

Gli esperti sono dubbiosi che “ Hulk ” trasformerà un profitto, dal momento che il suo passaparola e il botteghino, sia a casa che in alcuni territori stranieri chiave, ostacoleranno le sue possibilità di ottenere un grande buck u.S. Pagare o trasmettere offerte di licenza TV.

Determinare la redditività a lungo termine di un determinato film è ancora più complicato: la contabilità semplice è ostacolata dalle strutture capitali contorte di mega-release di oggi.

“ Terminator 3: Rise of the Machines ” è stato finanziato dalla Germania Intermedia, che ha venduto diritti esteri a Sony per $ 75 milioni e diritti nordamericani a Warner per $ 50 milioni, contro il 50% del lordo. Warner ha speso un altro $ 40 milioni di marketing del film in u.S.

Di Goldman Sachs Calcolo, “ T3 ” Ha bisogno di un pesante $ 260 milioni in Bomestico B.O. rompere anche nella finestra teatrale. Incrementalmente, la banca ritiene che Warner guadagnerebbe $ 10 milioni per ogni $ 40 milioni oltre quell’ostacolo di $ 260 milioni.

Quindi, mentre Warner può effettivamente realizzare un piccolo profitto su “ T3 ” Rispetto al suo investimento più modesto, sicuramente ha vinto il reso che la Disney e Pixar otterranno da “ Trovare Nemo.”

“ Il desiderio di vincere Big arriva a livello di studio, ma il desiderio di non perdere Big viene dalla società, ” afferma il consulente del settore cinematografico ed ex dirigente finanziario di Warner Roger Smith.

A dire il vero, le conglom dei media hanno costantemente riducendo la quantità di capitale assegnata al moviemaking, ma oltre a mantenere le teste di studio su un guinzaglio finanziario più breve, pochi amministratori delegati stanno dettando quale tipo di film vengono realizzati.

E più grande è il film Gamble in termini di stelle, effetti speciali e puro impatto, più dollari di marketing uno studio spenderà in genere per ridurre al minimo tale rischio e massimizzare i rendimenti a valle.

Quindi, in effetti, la corporatizzazione del film Biz ha amplificato il rischio attraverso la ricerca in continua evoluzione del jackpot.

Hal Vogel, responsabile del portafoglio di Wall Street e autore del libro di testo definitivo sull’economia di Hollywood, afferma che i mandarini in studio sono eccessivamente focalizzati su sequel, risultati del primo fine settimana e potenziale in franchising.

“ Hanno ’ non sono più nel settore cinematografico ma il settore bancario. Guardano i tentpole come franchising e marchi da muntare ed esteso.”

L’analista dei media veterani David Londoner aggiunge, “ il settore cinematografico in questi giorni richiede molto capitale e il ritorno su quel capitale per il breve periodo non è particolarmente buono.

“ Il problema è che nel momento in cui l’azienda diventa redditizia, di solito attraverso un nuovo mercato come il DVD, il talento lo porta via attraverso gli stipendi e le partecipazioni.”

Vogel dice che oggi i tentpole sono indicativi di una buona idea che sia stato troppo esteso.

“ Il problema è che una strategia di successo si sta ora rompendo sotto la propria tensione, con una folla di tetti ogni fine settimana, ” Dice Vogel.

I budget stravaganti sono distribuiti su così tanti partner di investimento, afferma Vogel, che alla fine nessuno realizza molto profitto.

Ma finora, Wall Street sembra contento dell’ultimo branco di Big Buck B.O. foto. Nonostante gli imbarazzi di questa stagione, i sostenitori del fenomeno del tento indicano una forte economia di Hollywood.

Anche se solo alcune di questa foto di eventi dell’estate recupero i loro costi sui resi al botteghino globali da soli.

Lascia un commento