FCC Slams si occupa di operatori via cavo

La Federal Communications Commission di questa settimana è stata registrata opponendo alla proposta di regolamento di una causa antitrust contro la Top U.S. Le compagnie via cavo accusate di aver tentato di contrastare la concorrenza nel settore satellitare della trasmissione diretta.

Il caso coinvolge i partner primordiali, un’impresa DBS di proprietà di Tele-Communications Inc., Time Warner e altri grandi operatori via cavo.

A giugno, l’U.S. Dipartimento. di Giustizia e avvocati generali in 40 stati hanno annunciato di aver stipulato decreti di consenso antitrust con i cabler in cui i cabler hanno concordato di non bloccare la programmazione via cavo popolare da parte dei concorrenti.

Ma a malapena prima che l’inchiostro fosse asciutto sull’insediamento, i critici hanno affermato che il patto avrebbe sovvertito una disposizione nella legge via cavo del 1992 che imponeva a reti via cavo di concedere la loro programmazione a tutti i vettori su base non discriminatoria.

La FCC, in una lettera a u.S. Il giudice distrettuale John Sprizzo a New York, si è schiantato con i critici dell’insediamento proposto. L’agenzia ha affermato che lungi dall’abbracciare il concetto di concorrenza, l’insediamento “ suggerisce fortemente che gli imputati dell’industria dei cavi sono più preoccupati di posizionarsi per gestire la concorrenza di … Cooperare nella realizzazione di un mercato video multicanale competitivo e diversificato.”

Lascia un commento