Facebook si rivolge ai giocatori tradizionali

Giochi di Facebook — Sia che si leghino a proprietà di intrattenimento più ampie o che si trovino l’isola a se stessi — tendono ad avere una formula.

Assicurati che i giocatori possano interagire con i loro amici in qualche modo. Don ’ t Divasione lontano dalla manciata di modelli che hanno avuto successo. E mai, mai, fare un gioco che si rivolge al giocatore principale. Facebook è un territorio casual.

Ubisoft e Loot Drop stanno cercando di aprire una nuova terra con il rilascio di lunedì ’ Ghost Recon: Commander, ” Un gioco che le aziende stanno promuovendo come primo gioco di Facebook per i giocatori tradizionali.

Allo stesso tempo, le compagnie sperano di vincere sull’attuale raccolto di giocatori di Facebook, offrendo qualcosa che, mentre non includa qualsiasi tipo di agricoltura, è ancora familiare.

“ Volevo un gioco che faceva sentire a proprio agio il giocatore principale e il giocatore casuale, ” dice Brenda Garno Brathwaite, COO e co-fondatore di Loot Drop. “ Non volevo commettere l’errore che ho visto alcuni produttori di giochi tradizionali fare — dove reinventano l’interfaccia a cui sono abituati 100 milioni di giocatori.”

Loot Drop, mentre è il creatore di Facebook Games — compresa la fiera di successo di Ravenwood — conosce il mercato dei giochi di base. Il co-fondatore John Romero è stato il co-creatore di titoli popolari come Doom e Quake, mentre Brathwaite si è tagliato i denti sui classici giochi di ruolo della magia.

Tuttavia, “ Ghost Recon: Commander ” deve affrontare una sfida unica. I giochi di combattimento tattico sono un territorio non testato per la folla di Facebook — e i giocatori che tendono ad abbracciare il “ Ghost Recon ” Il franchising spesso alza il naso su qualsiasi cosa su piattaforme di social media.

Per aiutare a corteggiare quel pubblico, “ Ghost Recon: Commander ” offrirà vantaggi che si estendono nel prossimo gioco console “ Ghost Recon: Future Soldier.” Premi sbloccati alla fine di una missione anche sbloccare in “ Future Soldier ” e “ Ghost Recon: online.” (Allo stesso modo, gli articoli sbloccati in quei giochi possono essere giocati in “ Commander.”)

Il gioco si lega anche al portale Uplay di Ubisoft, permettendo ai giocatori di spendere punti guadagnati per alcuni risultati in una varietà di altri — non “ Ghost Recon ” — Titoli.

Per quanto riguarda il pubblico di Facebook, Brathwaite crede che sia pronto per un cambiamento, anche se i giocatori potrebbero non rendersi conto di se stessi.

“ Il pubblico di Facebook sta maturando, ” lei dice. “ Se guardi i primi giochi di Facebook, c’erano un sacco di cose che i giocatori dovevano imparare. Dovevano imparare i livelli. Hanno dovuto imparare i punti di esperienza. Hanno dovuto conoscere la salute. Hanno dovuto imparare tutte queste convenzioni di gioco solo per avere l’alfabetizzazione della piattaforma. Il giocatore di Facebook è arrivato al punto in cui lo capiscono.”

La spinta per rendere i giochi tradizionali una parte del panorama di Facebook è qualcosa su cui più sviluppatori stanno scommettendo.

E per Hollywood, i vantaggi possono essere significativi. Gli editori di giochi tradizionali sono meno aperti a realizzare giochi basati su licenze cinematografiche in questi giorni, poiché le vendite raramente giustificano i costi di sviluppo. (THQ, che era l’editore di riferimento su questo genere di cose, ha chiuso la divisione, mentre la società fatica a evitare di un diploma sul Nasdaq.)

Sempre più, il mondo della console riguarda colpi giganti — e c’è meno tolleranza per i successi marginali, che i giochi basati su film tendono ad essere. I costi di sviluppo di Facebook sono significativamente più bassi, sebbene — E il successo può ancora essere immensamente redditizio — Come evidenziato dalle vendite del primo trimestre di Zynga di $ 329 milioni.

Per “ The Hunger Games, ” Lionsgate ha optato per bypassare il tradizionale mercato dei giochi e invece rilasciare le versioni di giochi di Facebook (e mobile) legate al film. Il gioco ha una media di 130.000 utenti giornalieri e 990.000 utenti mensili.

Parte della chiave per fare appello a entrambi i pubblici è offrire ad entrambi gli articoli familiari. “ Ghost Recon: Commander, ” Ad esempio, consente ai giocatori di scegliere una delle tre impostazioni di difficoltà — un’opzione comune nei giochi console, ma qualcosa che è raro su Facebook.

I giocatori di Facebook saranno in grado di regalare gli oggetti quando raggiungono nuovi livelli.

E, se i sogni di Ubisoft sono diventati realtà, “ Commander ” Potrebbe effettivamente sopravvivere all’ultima puntata della console della serie, poiché i giocatori non devono impegnarsi in sessioni di gioco a lungo e#8212; e c’è meno pressione del titolo di successo successivo che ruba i riflettori. Inoltre, come altri giochi di Facebook, bottini per aggiungere regolarmente nuovi contenuti al gioco di 10 livelli esistenti di gioco.

“ Ci vedo assolutamente sopravvive (il gioco standard), ” dice Brathwaite. “ il giocatore di Facebook non viaggia sempre negli stessi cerchi del gioco principale e non respira necessariamente gli stessi media del giocatore.”

Lascia un commento