Downgrade Disney

New York — Gli analisti di Wall Street hanno iniziato l’ennesimo giro di riduzioni di stima per Walt Disney Co.I guadagni dell’anno fiscale del 1998, che evidenziano come la Camera del topo sia più esposta rispetto ad altri major di intrattenimento all’economia globale e ai problemi in Asia.

Le aspettative degli utili più basse dovrebbero mantenere le azioni Disney deboli nelle prossime settimane. La Disney è diminuita del 35% dal suo picco in aprile, molto più del declino mostrato da altri major di Showbiz come Time Warner e Viacom, ed è caduto $ 1.25 mercoledì a $ 27.87 in mezzo a un sell-off di mercato complessivo.

L’analista di Merrill Lynch Jessica Reif Cohen ha tagliato la sua stima per i guadagni per l’intero anno fiscale del 1998 di Disney di 3¢ una quota a 93¢, o $ 1.9 miliardi in totale, a seguito di una riduzione simile martedì da parte dell’analista di Goldman Sachs Richard Simon. Altri analisti dovrebbero tagliare le stime nei prossimi giorni.

Sia Reif Cohen che Simon hanno individuato l’impatto del crollo economico asiatico sulla attività dei prodotti di consumo di Disney come uno dei fattori che danneggiano i profitti previsti dell’azienda, nonché una crescita inferiore prevista dai suoi parchi a tema domestico.

D’altra parte

Al contrario, gli analisti stanno aumentando le stime degli utili per gli altri tre Majors Showbiz — Time Warner, News Corp. e Viacom. Le riduzioni degli utili sono “ una cosa individuale per (Disney) in questo momento, ” Reif Cohen ha detto.

A peggiorare è che gli analisti hanno dovuto tagliare ripetutamente le loro stime per la Disney negli ultimi mesi, abbattendo la loro previsione per l’anno concluso sept. 30 con un totale del 12%. La Disney dovrebbe ancora mostrare una crescita di circa l’8% rispetto all’anno fiscale 1997, ma è ben al di sotto del tasso di crescita del 15% -20% di solito pubblicato dalla società.

Nella sua nota per i clienti, Richard Simon di Goldman ha notato che mentre rimaneva in prospettive a lungo termine di Disney, il carico cumulativo delle recenti delusioni degli utili ha preso il loro pedaggio ” sui livelli di valutazione per l’azienda.

Simon notò la diapositiva dei prezzi e disse che quando iniziò a tagliare le sue stime per i guadagni della Disney a maggio, “ non abbiamo anticipato una serie rapida o grave delle successive riduzioni.”

Altri fattori

Sia Reif Cohen che Simon hanno affermato che la divisione che soffre di più per l’erosione del profitto è un contenuto creativo, che include sia lo studio cinematografico che i prodotti di consumo.

Non solo il crollo asiatico danneggia l’attività di merchandising, ma gli analisti hanno previsto che il consolidamento delle etichette cinematografiche della Disney avrà costi a breve termine prima del calcio di risparmio a lungo termine nel prossimo anno fiscale fiscale.

Precisamente la quantità di una crescita inferiore del contenuto creativo è dovuta all’Asia non è chiara, ha detto Reif Cohen. A luglio Disney ha dichiarato che il crollo asiatico aveva spremuto la sua attività di prodotti di consumo nel suo terzo trimestre, che si è concluso il 30 giugno, ma non ha quantificato l’impatto in quel momento.

La Disney di solito guida gli analisti sulle stime degli utili, ma Reif Cohen ha affermato che la Disney non ha fornito alcuna guida sui suoi guadagni questa volta. Un portavoce della Disney ha rifiutato il commento.

Anche le previsioni della crescita dei profitti dalla divisione dei parchi a tema Disney sono state tagliate a causa dell’impatto del New Animal Kingdom Park sui parchi anziani Disney World, hanno detto gli analisti.

Lascia un commento