Distribuisce la protesta digitale francese

Bruxelles — I distributori di film indipendenti in Francia stanno protestando contro la crescita di contenuti alternativi nei teatri attrezzati digitalmente.

In una dichiarazione rilasciata giovedì, hanno minacciato di trattenere il loro contributo ai costi di conversione digitale a meno che i film non vengano protetti dall’essere spremuto.

La minaccia proviene da Dire (Distributeurs Independants Reunis Europeens), un gruppo di 11 distributori indipendenti, che comprende aziende come Memento Films, Pyramide Distribution, Rezo Films e Wild Bunch Distribution.

Il gruppo è particolarmente infastidito dalle proiezioni cinematografiche del programma TV “ Nouvelle Star ” (The Local “ American Idol ”) mercoledì sera, la notte in cui nuovi film si aprono tradizionalmente in Gallia.

Anche la prospettiva di una vasta copertura del grande schermo del calcio della Coppa del Mondo ai Prime Visualizzazione è una preoccupazione.

I modelli per la conversione digitale in Francia richiedono la maggior parte dei costi dei distributori, mentre “ considerevole ” Le entrate da contenuti alternativi rimangono al di fuori del calcolo, afferma il gruppo.

“ non solo i nostri film rischiano di essere spremuti dalle più importanti slot di screening grazie ai proiettori che abbiamo in gran parte costretti a pagare, ma il loro valore rischia di essere gravemente minati e banalizzati.”

In assenza di rigorosi limiti allo screening di contenuti alternativi, il gruppo afferma che non supporterà i contributi obbligatori ai costi di conversione digitale.

Lascia un commento