Diago

Un argomento potenzialmente interessante — Le reazioni della popolazione locale come Macao ritornano alla proprietà cinese nel 1999 e#8212; riceve un trattamento noioso nel dramma lento “ Diago, ” uno sforzo deludente del secondo anno dello scrittore cinese Helmer Zhang Chi (“ The Shaft ”). Con la sua narrativa piatta, il suo umore malinconico e malinconico e il design di produzione di ossa nudo risabbi, questa foto di una nota non è né intrattenimento né arte e sembra improbabile che ripeti il successo del festival del suo debutto.

Dour, il ventenne poliziotto sino-portoghese Diago (Carl Ng, beatamente bello ma totalmente inespressivo) lavora all’immigrazione dell’aeroporto, gioca a Mahjong con i suoi compagni ufficiali ed è ossessionato dalla scoperta del suo vero padre. Il suo collega eurasiatico Peter (Carlos Ernesto Koo Ayala) prevede di immigrare in Portogallo con Pretty Bargirl Lulu (Zhou Shixuan). Appena arrivato dalla terraferma, l’insegnante di mandarino Li Nian (Wang Xiao) dà alle lezioni del Corpo di polizia nella lingua che presto è stata richiesta e, nel suo tempo libero, cerca il suo ex amante. Elementi stilistici come immagini ripetute e dialoghi minimi, che Zhang ha combinato per ottenere un’eloquenza toccante in “ The Shaft, ” Registrati come monotono qui. I crediti tecnologici sono poco brillanti.

Lascia un commento