Dea Topper Courts H’W’d

Washington e Hollywood sono diventati ancora più accoglienti mercoledì, con il topper dell’amministrazione della droga Asa Hutchinson che incontra produttori, registi e scribi durante un insolito Tete-A-Tete al Beverly Hills Hotel — insolito perché la DEA è stata una delle agenzie governative più solitarie.

Ora, la DEA spera di seguire l’esempio del Pentagono e di altre agenzie governative nel renderle disponibili a Hollywood per la consultazione e l’istruzione.

“ La sessione aveva lo scopo di dare un background su ciò che fa la DEA e su come potremmo essere di beneficio per le persone nel mondo dell’intrattenimento che sono interessati a rappresentare un ruolo più realistico di ciò che fa la DEA e una visione più realistica di The War on Drugs, ” Il portavoce della DEA Chris Battle ha detto Varietà quotidiana.

“ Siamo stati molto clausole. I nostri agenti sono stati addestrati a rimanere fuori dalla vista e abbattere i cattivi. Ora vogliamo una cultura di apertura un po ‘. Ci sono storie che DEA può raccontare che hanno vinto agenti o indagini in corso, ” Ha detto la battaglia.

L’hotel sciamava con il personale di sicurezza durante la sessione rap di due ore, mentre una manciata di attivisti di droga si raggruppava all’esterno, con cartelli che trasportavano slogan pro-marijuana.

L’evento è stato organizzato dal Consiglio di Entertainment Industries con sede a Washington.

Oltre a Hutchinson, il capo dell’intelligence della DEA Steven Casteel ha anche informato i circa 40 industrie che frequentano il raduno, tra cui Helmers Michael Mann e Arthur Hiller.

Altri ospiti includevano Tribune ’ s Dick Askin, “ terzo orologio ” produttore Ed Bernero, “ E.R.” Co-produttore David Zabel, ABC/Disney Cable ’ s Anne Sweeney e NBC Entertainment ’ s Herman Rush. La maggior parte dei principali studi ha inviato un rappresentante al briefing.

Tutto sulle droghe

Hutchinson e Casteel hanno coperto argomenti tra cui il rapporto tra denaro della droga e terrorismo internazionale e cartelli della droga in Colombia e Messico.

“ Hollywood, nei film o in TV, è interessata a ottenere una migliore comprensione di ciò che si sta svolgendo nella guerra alla droga, ” Ha detto la battaglia.

Ha aggiunto che al DEA è piaciuto il film “ traffico ” Perché la foto ha fornito una rappresentazione realistica del commercio illegale di droga, anche se non ha sempre ritratto la DEA nella luce più lusinghiera. L’ex capo dell’intelligence della DEA John Brown è stato consulente nel film, sebbene Barry R. McCaffrey, che all’epoca era uno zar di droga, teneva una distanza.

La grande immagine

“ quello che ci è piaciuto è che è arrivato a tutti i lati del problema della droga, ” Ha detto la battaglia. “ se avessimo scritto la sceneggiatura, sarebbe diverso? Probabilmente.”

La discussione di mercoledì 8217 valeva il tempo e lo sforzo di Hutchinson, ha detto Battle. “ L’intrattenimento ha un impatto enorme sulla percezione pubblica. Questa è stata un’opportunità per spiegare cosa fa la DEA. Vogliamo il realismo.”

Negli ultimi mesi, c’è stata una raffica di foto e programmi TV — da “ la somma di tutte le paure ” a “ dietro le linee nemiche ” — Concentrarsi sull’esercito dell’America, sia con la consulenza del Pentagono e della CIA.

Lascia un commento