Dawn Steel Dead a 51

Dawn Steel, il pioniere dirigente e produttore dello studio che ha sfondato il soffitto di vetro di Hollywood per diventare presidente della produzione presso Paramount Pictures e successivamente il presidente di Columbia Tristar Pictures, è morto. Aveva 51 anni.

Steel, a cui era stato diagnosticato un tumore al cervello nell’aprile 1996, è morto sabato sera al Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles, dove era stata ricoverata in ospedale nelle ultime tre settimane, ha detto la portavoce della famiglia Nancy Willen.

Domenica pomeriggio, un gruppo di amici più cari di acciaio — pesi massimi dell’industria come Jeffrey Katzenberg, Amy Pascal, Lucy Fisher e Lynda Obst — Riunita per rendere omaggio a casa che ha condiviso con suo marito, Charles Roven, e la figlia di 10 anni di coppia, Rebecca, Rebecca.

Katzenberg ha detto che lui e Steel erano cresciuti insieme.

Motto in acciaio

“ era una tornado determinata con molta passione e nessuna stanza nella sua vita per le parole ‘ no ’ o ‘ non può essere fatto, ’ ” disse Katzenberg, che per la prima volta ha lavorato con Steel su “ Star Trek — The Motion Picture ” Due decenni fa. “ lo slogan in quel film era ‘ per andare dove nessun uomo è andato prima &#8217 ;; Lo ha appena cambiato in ‘ donna ’ e l’ha fatto il suo motto.”

Facendo strada dalle posizioni in merchandising, l’acciaio divenne parte del regime di produzione di Barry Diller/Michael Eisner a Paramount Pictures nei primi anni ’ 80 e fece eco abilmente il loro stile di gestione.

Creante del credo di alto concetto che ha reso la Paramount così efficace sotto Diller ed Eisner, ha anche aderito al modo di consumo di progetti di sospensione della squadra, il che spesso ha portato a confratituzioni altamente combustibili.

Ha tenuto il suo a Hollywood

Ha più che teneva la sua nel serbatoio di Shark di Hollywood, dove ha guadagnato sobriquet come “ Steelie Dawn, ” ma si è lamentato del fatto che la sua reputazione è stata soffiata in proporzione a causa della radicata misoginia di Hollywood. L’acciaio in seguito ha ammesso che il suo approccio irascibile è nata da insicurezza e che forse stava cercando di essere una delle ragazzi. Il suo comportamento e l’aspetto — Era una rossa con un impressionante pettinatura — ha dato origine al termine “ Power Hair.”

Quando si unì alla Columbia nel 1987 per diventare la prima donna presidente di uno studio di Hollywood, si era un po ‘ammorbidito. L’acciaio ha prestato lo studio travagliato un’aria di stabilità, preparando l’azienda per la sua vendita a Sony, per la quale è stata ampiamente premiata.

Citando obblighi per suo marito e sua figlia, ha quindi optato per lo status di produttore indipendente, prima a Disney e poi a Turner Pictures, emettendo, in particolare, il colpo a sorpresa “ Cool Runnings ” per Disney.

L’acciaio veniva spesso paragonato ai primi magnati di Hollywood che provenivano dalle radici al dettaglio o all’ingrosso. Aveva guadagnato la notorietà per la prima volta marketing “ Gucci ” carta igienica, ispirata all’editore di Penthouse Bob Guccione. Ha detto che la dubbia distinzione l’avrebbe fatta il cane, indipendentemente dall’apice del successo che avrebbe raggiunto in seguito.

È nata Dawn Spielberg nel 1946 a Manhattan, anche se la sua famiglia si è presto trasferita a Little Neck a Long Island. Suo padre, un venditore di cerniera, cambiò il suo nome in acciaio, temendo che l’esercito non avrebbe acquistato articoli da un ebreo; Era stato conosciuto nelle competizioni di sollevamento del peso come “ The Man of Steel.”

Dopo essere uscito da Boston U., Ha assunto posizioni di segreteria, atterrando presso la casa Sports-Book Stadia Publishing. È stata promossa a ricercatore e ha cercato di compilare le statistiche calcistiche frequentando i giochi nella scatola della stampa Giants allo Yankee Stadium, solo per essere bandito in un’area separata perché era una donna.

Per i prossimi anni ha lavorato su Penthouse Magazine in varie capacità, lavorando al direttore del merchandising. Ha convinto bastioni tradizionali come Kmart e Montgomery Ward per presentare prodotti della rivista X-rated.

Nel 1975, ha colpito da sola con una compagnia chiamata Oh Dawn!, con la carta igienica con l’emblema di Gucci. Il designer italiano ha fatto causa. Quando ha divorziato dal suo primo marito, Ronnie Rothstein, nel 1978, ha abbandonato Oh Dawn!

‘ Star Trek ’ legami

Con l’aiuto del suo avvocato, ha ottenuto un’intervista con il dipartimento di merchandising Paramount a Los Angeles. È venuta per la prima volta all’attenzione di Eisner quando ha montato con successo una grande campagna di merchandising attorno al primo “ Star Trek ” immagine. Ha persino convinto Coca-Cola e McDonald ’ s per legare al debutto del film.

Da quando il film aveva raggiunto il budget, il colpo di stato di merchandising ha contribuito a sostenere in qualche modo le spese, portando a un’offerta di Eisner per passare alla produzione sotto il presidente della divisione Don Simpson nel 1980.

Presto imparò a navigare nelle acque insidiose della produzione in studio e nel 1982 combatté faticosamente per una luce verde sul “ Flashdance, ” che verrebbe prodotto dalla partenza del capo di produzione Simpson e dal partner Jerry Bruckheimer. Il suo successo l’ha segnato come un cestino. Quando Eisner, Diller e Presenti-Dent Katzenberg se ne andarono nel 1984, Steel divenne solo il secondo capo di produzione femminile nella storia dello studio — Il primo è Sherry Lansing — sotto lo studio, il nuovo presidente, Frank Mancuso.

Col Tristar è venuto a chiamare

A causa degli scontri con il presidente dello studio Ned Tanen, in acciaio annesso nel 1987, nonostante i notevoli successi come “ The Intuchables, ” “ fatale attrazione ” e “ l’imputato.” L’offerta di un accordo di produzione indipendente le si adattava fino a quando il presidente dello studio Tristar della Columbia Victor Kaufman è venuto a chiamare.

Columbia, allora di proprietà di Coca-Cola, era nei guai. Un periodo di 18 mesi dell’ex produttore David Puttnam alla testa era stato disastroso e il gigante delle bevande molle era intenzionato a vendere lo studio. L’acciaio era un giocatore e avrebbe dato alla Columbia l’aria di essere tornata in gioco.

Come presidente dello studio, è diventata la più alta exexe di studio di sempre. I doveri per Tristar sono stati piegati poco dopo. Sequel a “ Ghostbusters ” e “ The Karate Kid ” ha contribuito a migliorare la quota di mercato in studio e ha aperto la strada a una vendita a Sony nel 1989 e#8212; per i quali Steel ha raccolto $ 7 milioni per i suoi due anni ’ lavoro.

Prodotto ‘ cool runnings ’

Sebbene rimase per un po ‘dopo che Jon Peters e Peter Guber furono consegnati le redini della presidenza in studio, l’acciaio fu presto alleviato. Nel 1990, si è unita a Eisner e Katzenberg alla Disney, ma questa volta come produttore indipendente. Dopo love su “ cool runnings, ” che è stato posticipato, accantonato e infine fatto, la sua relazione con Disney vacillò. Ironia della sorte, “ Cool Runnings, ” Informazioni su una squadra di bob giamaicani, che è stata completata dopo la sua partenza, è diventata un grande successo.

“ Dovrebbe ottenere un sacco di credito per l’enorme numero di donne in grossi posti di lavoro nel settore cinematografico, ” disse Nora Ephron, che ha lavorato con l’acciaio in diversi film. “ ha portato molte donne al tavolo con lei. Non era il tipo di donna potente che voleva essere l’unica donna nella stanza.”

Obst, che ha ottenuto il suo primo accordo di produzione da Steel, ha detto a Ephron Sunday che Steel aveva “ uscito dai ragazzi ’ club e ha creato le ragazze ’ club.”

Steel ha anche prodotto il concerto “ per i nostri bambini, ” Beneficiando gli aiuti pediatrici per il Disney Channel nel 1993 e pubblicato le sue memorie, “ possono ucciderti, ma non possono mangiarti, ” Attraverso Simon & Schuster. Anche l’acciaio era attivo nella politica del partito democratico in California.

Steel e suo marito erano i fondatori di Atlas Pictures, Brethed a Turner Pictures. Il loro primo sforzo, “ Angus, ” è stata una delusione. Atlas quindi prodotto “ 12 scimmie ” e le prossime foto “ cadute, ” Con Denzel Washington e “ City of Angels, ” Con Meg Ryan e Nicolas Cage.

In Memoria in acciaio, il Fondo di ricerca sul cancro della famiglia Steel Roven è stato istituito attraverso l’Istituto Neurochirurgical a Cedars-Sinai.

I servizi funebri saranno privati, sebbene un servizio commemorativo sia previsto per l’inizio di gennaio.

L’acciaio è sopravvissuto da suo marito, sua figlia e un fratello, Larry Steel di New YorkCity.

Lascia un commento