Coteau Rouge

L’ultimo Laffer Amabile e Oddball di Helmer Andre Forcier, “ Coteau Rouge ” eleva i valori familiari in stile Quebecois a un livello di amore, accettazione e feroce solidarietà della classe operaia che sembrerebbe utopica altrove. I membri del clan di Blanchard uniscono senza sforzo le forze per resistere alle macchinazioni subdole di uno squalo immobiliare viscido che uno di loro aveva la stupidità di sposarsi — Un cattivo si intendeva di divorare il loro quartiere a terra di Montreal e trasformarlo in condomini senza senognome. Spazzolato con umorismo surreale e infuso con una rara dolcezza priva di schmaltz, questo oggetto completamente coinvolgente rimarrà probabilmente una delizia puramente locale.

Un rilascio di Atopia di una produzione LES Films Du Paria. Prodotto da Linda Pinet. Produttore esecutivo, Andre Forcier.

Ogni Blanchard si crogiola in qualche forma di stranezza o un’altra. Il patriarca dai capelli geniali-bianchi Honore (Paolo Noel) è un pescatore in pensione rispettato che una volta aveva una mariniera nello smaltimento del cadavere, il cui incredibile successo attribuisce al suo totemico “ madre, ” uno storione mitico (presumibilmente mangia i corpi scaricati). Suo figlio Fernand (veterinario Quebecois Thesp Gaston LePage) possiede una stazione di benzina che include un piccolo campo in cui esercita la sua passione, Petanque (una forma di Boules, simile a Bocce), insieme alla sua squadra di clienti abituali dedicati.

Figlio di Fernand, Henri (Mario Saint-Amand), un pugile abile fino a quando non è stato ferito, si è dedicato alla moglie morente, Estelle (una Helene Reeves in modo radioso che svanisce). Il loro figlio adolescente, Alexis (Maxime Desjardins-Tremblay), è determinato a dimostrare che fare soldi non ha bisogno di uno sfruttamento, avviando un’attività ecologica per il prato che impiega suo padre e la maggior parte dei suoi amici.

Se l’eccentricità è il lusso dei poveri, la ridicolità è riservata ai ricchi. La figlia Helene (Celine Bonnier) di Fernand e il marito del suo ombroso promotore Eric (Roy Dupuis), incapaci di avere figli, hanno accettato la generosa, seppur biologicamente improbabile, offrono da madre Micheline (Louise Lapare) di Helene (Louise Lapare) per produrre una prole per loro. Mentre la gravidanza di Micheline procede, Helene si immagina di stare con Child — Un bavaglio in esecuzione che forcier e bonnier lattino con successo per tutto ciò che vale, quindi tappo.

Forcier (con co -scrite Linda Pinet e Georgette Duchaine) ha scritto una sceneggiatura molto più integrata del solito, i fili si sono intrecciati abilmente senza sacrificare il senso di una fiaba populista. Tonalmente, la foto è tutta un pezzo, incorporando facilmente la moglie, il fallimento e la morte nella sua serenità complessiva; Nessun problema qui è troppo grande che un po ‘di conforto, realismo magico o dumping del corpo non può essere d’assalto.

Lascia un commento