Corte suprema della California: i sostenitori del Prop 8 dovrebbero essere in grado di perseguire un ricorso

La Corte Suprema della California ha dichiarato giovedì che i sostenitori della Proposizione 8 dovrebbero essere in grado di perseguire il loro caso cercando di sostenere il divieto dello Stato del matrimonio tra persone dello stesso sesso.

La decisione pone le basi per una resa dei conti nella Corte d’appello del Nono Circuito, e forse nella Corte Suprema.

Il caso era stato bloccato mentre la Corte d’Appello Federale valutava la questione procedurale se i sostenitori della proposta 8 avessero “ in piedi ” per portare effettivamente e fare appello. Stanno cercando di ribaltare la decisione del giudice Vaughn Walker nell’agosto 2010 che ha dichiarato che l’iniziativa era incostituzionale. Piuttosto che governare immediatamente da soli, il pannello d’appello a tre giudici ha chiesto alla Corte suprema dello stato di pesare.

La Fondazione americana per la parità di diritti, un gruppo di attivisti politici e di intrattenimento che stanno finanziando il caso per i diritti del matrimonio tra persone dello stesso sesso, aveva sostenuto che i sostenitori di Prop 8 non avevano posizione. Tuttavia, Org ha inviato un tweet poco dopo l’annuncio della decisione dicendo: “ CA Court afferma che le forze hanno in piedi, pavimenta la strada per il 9 ° Circuito. La nostra causa federale è tornata sulla pista veloce!”

“ In una sfida postelection per una misura di iniziativa approvata dagli elettori, i sostenitori ufficiali dell’iniziativa sono autorizzati dalla legge della California ad apparire e far valere lo stato‘interesse per l’iniziativa‘S Validità e di appellarsi a una sentenza invalidando la misura quando i funzionari pubblici che normalmente difendono la misura o fanno appello a tale giudizio declinano per farlo, ” L’Alta Corte statale ha dichiarato in un’opinione unanime.

Allora Gov. Arnold Schwarzenegger e l’allora procuratore generale Jerry Brown hanno rifiutato di difendere la proposta 8, e l’Alta Corte statale ha affermato che impedire ai sostenitori di difendere l’iniziativa che in effetti darebbe ai due funzionari eletti un potere di veto su un’iniziativa approvata dagli elettori.

La decisione completa è Qui.

Aggiornamento con qualche reazione: Brian Raum, consulente senior per l’Alleanza di difesa, ha dichiarato in una nota, “Il tribunale aveva chiaramente il diritto di concludere che l’emendamento al matrimonio in California non dovrebbe essere indefinito solo perché i funzionari statali hanno rifiutato di difenderlo. Perché le persone della California hanno il diritto di essere difesa, Proposizione 8’I sostenitori ufficiali saranno autorizzati a continuare a difendere l’emendamento del matrimonio. Altrimenti, i funzionari statali sarebbero riusciti a invalidare indirettamente una misura che non avevano il potere di abbattere direttamente.”

Ha detto Kate Kendell, direttore esecutivo federale del National Center for Lesbian Rights, “Non siamo profondamente d’accordo con la Corte suprema della California’sostenendo che una manciata di sponsor di iniziativa non eletto ha il potere di rappresentare gli interessi dell’intero pubblico e di scavalcare le decisioni dello stato’s Electes Executive Officer. Tuttavia, siamo sollevati dal fatto che il caso stia ancora una volta andando avanti e il Nono Circuito ora affronterà se i sostenitori dell’iniziativa possono continuare questo appello e, in tal caso, se Prop 8 è costituzionale.”

Chad Griffin, presidente della American Foundation for Egree Rights, ha dato una svolta positiva alla sentenza, anche se il loro team legale ha sostenuto che i sostenitori di Prop 8 non avevano in piedi. Lui detto in una dichiarazione, “ Il Nono Circuito è la più grande corte d’appello della nazione, allungando l’intera costa occidentale e fino ad est come il Montana e l’Arizona. Questo è un passo essenziale e critico per portare il nostro caso prima di U.S. Corte suprema e raggiungere il nostro obiettivo finale: la piena uguaglianza del matrimonio federale.”

Lascia un commento