CableVision per combattere l’arresto dell’ISP

Buenos Aires — Venerdì, il più grande Cabler Cablevision di Argentina ha dichiarato che intraprenderà un’azione legale contro un ordine del governo per chiudere la sua unità Fibertel, che fornisce servizi Internet a banda larga a circa 1.1 milione di utenti.

In un annuncio di giornale, ha chiamato la mossa “ illegale e arbitrario ” e un segno del governo sempre più “ totalitario ” modi.

CableVision ha aggiunto che il suo licenziamento dall’azienda offrirà alle compagnie telefoniche un monopolio sulle connessioni a banda larga.

Il ministro della pianificazione Julio de Vido giovedì ha ordinato la chiusura di Fibertel in 90 giorni perché la sua licenza non era in ordine a seguito di una fusione con Cablevision.

È l’ultima battaglia tra il presidente Cristina Fernandez de Kirchner e Grupo Clarin, il proprietario di Cablevision e il più grande conglom dei media. Il presidente ha accusato Clarin di segnalazioni distorte e quest’anno il governo sta attuando una legislazione che richiederà a Clarin di ridurre il proprio portafoglio di trasmissioni. Il governo l’anno scorso ha portato via i diritti televisivi per il calcio professionistico estremamente popolare da un’azienda sostenuta da Clarin.

Clarin ottiene oltre il 60% delle sue entrate dai suoi servizi via cavo e Internet.

Lascia un commento