Boucher dice a AFM: “Non combattere la tecnologia”

Trovando la sua opinione sulla nuova agenda della casa sulla tecnologia e sulla legge sul copyright, il deputato Rick Boucher (D-VA.) indirizzato ai membri dell’American Film Marketing Assn. Giovedì mattina con un messaggio chiaro: “ Don ’ T Combatti la tecnologia.”

Confrontandolo con Homevid Biz, Boucher, copresidente della casa di Internet Caucus, ha previsto che la distribuzione online avrebbe fornito al settore A “ drammatica espansione del business ” e imploravano produttori e distributori cinematografici indipendenti per non provare e#8220; stampare questa tecnologia fuori esistenza.”

Citando la popolarità di Napster, Boucher ha affermato che i proprietari di proprietà intellettuali devono sviluppare modelli di business e accordi di licenza con società tecnologiche prima o poi, o la pressione pubblica potrebbe richiedere “ una sorta di risposta congressuale, ” Sebbene abbia chiamato le licenze obbligatorie A “ ultima risorsa.”

‘ Open Access ’ conto

Affrontando le preoccupazioni che i principali studi e altre terze parti controllerebbero i punti vendita di distribuzione online, Boucher ha affermato che nelle prossime settimane il caucus ha pianificato di reintrodurre un “ Open Access ” Bill, che renderebbe essenzialmente le aziende via cavo e le piattaforme Internet seguire regole simili alle telecomunicazioni, consentendo ai concorrenti pari accesso ai clienti.

“ abbiamo buone possibilità di passare questo (fattura), ” disse Boucher.

Ma ha detto che vorrebbe che il libero mercato prendesse la guida nello sviluppo della tecnologia di protezione del copyright. “ il Congresso ha fatto ciò che deve fare per proteggere i diritti d’autore, ” Disse Boucher.

Lascia un commento