Bond Battle per il processo

Sony vivrà per combattere un altro giorno nella sua epica battaglia legale con MGM per se ha il diritto di creare un franchise di James Bond in competizione.

In un’udienza venerdì su una serie di movimenti, u.S. Il giudice del tribunale distrettuale Edward Rafeedie ha emesso sentenze provvisorie che negano le mozioni di MGM per il giudizio sommario sul suo copyright e le affermazioni del marchio di cui ha il diritto esclusivo di realizzare James Bond Movies.

Rafeedie ha anche negato la mozione di Sony per lo smaltimento di MGM.

Il caso è ora previsto per una prova del 6 aprile.

Calley Claims ha licenziato

Rafeedie, tuttavia, ha concesso la mozione di Sony per eliminare le affermazioni secondo cui Sony aveva indotto John Calley (ora Sony Prexy e Chief Operating Officer) a non appropriarsi di segreti commerciali e violare il suo dovere fiduciario nei confronti del suo allora dipendente, United Artists. (Calley non è un imputato su quelle particolari affermazioni perché coinvolgono la sua condotta mentre era a UA e sono soggetti a una clausola di arbitrato nel suo accordo di lavoro).

Il licenziamento è arrivato nonostante gli avvocati della MGM ’ Gli sforzi per convincere Rafeedie che la testimonianza della deposizione dell’ex dipendente della Sony Jeff Sagansky ha sostenuto le loro affermazioni.

MGM ha detto che le prove hanno dimostrato che Sagansky aveva incontrato Calley, mentre Calley era ancora a UA, per discutere della prospettiva di un franchising di obbligazioni in competizione alla Sony.

La scorsa estate è una vittoria schiacciata da MGM sulla sua mozione per un’ingiunzione preliminare sulle sue affermazioni sul copyright e sul marchio, che ha impedito a Sony di sviluppare progetti obbligazionari durante la causa, alimentato le speranze che Rafeedie potesse fare il passo insolito di consegnare MGM Una vittoria preliminare sulle sue richieste più significative e il congedo per il processo solo la sua richiesta di danni sull’IPO stimata in $ 40 milioni.

Copyright a Crux

Una complessa domanda sul copyright, la questione centrale nel caso è se Kevin McClory, che ha collaborato con l’autore di Bond Ian Fleming sulla sceneggiatura a “ Thunderball, ” è l’autore congiunto di The Cinematic Bond. Sony ha acquistato i diritti di McClory nel 1997 e sono la base per la sua affermazione che ha il diritto di creare un franchising di obbligazioni in competizione.

Nel rilasciare le sue sentenze, Rafeedie sembrava vedere sia la difesa del copyright di Sony che la richiesta di Skepticismo di MGM. Ma ha detto “ Clever ” Gli avvocati gli hanno reso impossibile decidere le richieste di giudizio sommario.

Sony era senza dubbio contento di trovarsi ancora in gioco dopo la debacle della scorsa estate. Le sentenze di oggi dimostrano che mentre le storie immaginarie possono arrivare a Hollywood, non ce la fanno con questo giudice, ” Ha detto l’avvocato Sony David Steuber.

“ Siamo lieti che le sentenze della Corte oggi abbiano riaffermato la solida base legale per le nostre principali affermazioni di violazione del copyright, ” MGM ha detto in una nota. “ il possibile licenziamento di una delle nostre richieste minori è il risultato diretto del nostro precedente successo nell’impostazione di Sony e Calley e impedire loro di danneggiarci attraverso le richieste di appropriazione indebita.”

L’avvocato MGM Pierce O ’ Donnell ha aggiunto che era contento che la giuria avrebbe ascoltato la sua richiesta di IPO contro Sony.

Lascia un commento