Blade II

I fan del genere probabilmente risponderanno in modo sanguigno all’overkill letterale e figurativo in “ Blade II, ” Un follow-up aggressivamente esagerato per l’adattamento del fumetto di successo del 1998 che toplining Wesley Snipes come un omonimo antiero. Il regista Guillermo del Toro evoca la leggera pulppo del suo “ Mimic, ” piuttosto che la follezza discreta della sua spina dorsale del diavolo; Mentre inietta sangue fresco nel franchise. Ma la foto potrebbe essere troppo orribile per estendere il suo fascino oltre la sua base di fan, e potrebbe svanire più velocemente di Dracula all’alba dopo aver pubblicato numeri solidi di apertura della settimana di apertura. Ma probabilmente ci porterà l’immortalità come homevidio.

Snipes fornisce ancora una volta la corretta quantità di gravitas ultracool mentre taglia, dadi, tiri e punteggi nel ruolo del protagonista. A beneficio di coloro che si sono sintonizzati in ritardo, Scripter David S. Goyer (anche ritorno dall’originale) fornisce un rapido preciso del retroscena del personaggio. Anni fa, la madre incinta è stata morsa da un vampiro poco prima di dargli alla luce. Il mix di sangue umano e vampiro ha provocato una prole ibrida — oppure, per usare il parlamento dei vampiri, A “ Daywalker ” — Chi ha tutti i poteri, e nessuno dei punti deboli, associati ai non morti.

Blade ha dedicato la sua vita a liberare il mondo delle teste di succhie (il suo epiteto preferito) come il mostro che ha rivendicato la sua mamma. Il problema è, prima o poi, può sviluppare una resistenza al siero che soffoca le sue voglie sanguinarie.

Del Toro Fashions “ Blade II ” Come un’avventura neo-noir che combina l’audace stile visivo della narrazione dei fumetti con il caos freneticamente acrobatico di un film d’azione di Hong Kong. Lo stesso Blade è una figura di Batmanly in tonalità fresche e abbigliamento a prova di proiettile nero su nero, armati di dispositivi più letali di qualsiasi altra cosa nella cintura di utilità Crusader in Caped: oltre a picchi d’argento e proiettili a punta d’argento, il suo arsenale include una spada samurai intrappolata da booby, ipodermica piena di aglio liquido — e, soprattutto, i boomerang dai coltelli.

Ma aspetta, c’è più: Del Toro aumenta il quoziente d’azione impiegando il maestro di combattimento di Hong Kong Donnie Yen (“ Iron Monkey ”) come co-protagonista e combattono il coreografo e occasionalmente aumenta la velocità del film per Dai ad alcune scene l’aspetto e la sensazione degli anime giapponesi.

Probabilmente la mossa più intelligente è il rianimante Whistler (Kris Kristofferson), il mentore grizzled e il designer di armi, che sembrava essere seriamente morto alla fine del primo “ Blade.” Drawling Sass di Kristofferson fornisce un contrappunto ben sarcastico all’azione veloce e fruttuosa.

In “ Blade II, ” Blade è contrapposto contro i non morti Overlord Damaskinos (Thomas Kretschmann). Ma Damaskinos propone un’alleanza temporanea con la lama per sconfiggere un nemico comune: una super gara di vampiri, noto come mietitori, che banchettano sugli schifo E umani.

Le forze dell’oscurità sono guidate da Nomak (Luke Goss), un orribile Nightcrawler che ricorda il titolo Bogeyman di F.W. Murnau ’ S “ Nosferatu ” e la cui mascella inferiore si espande facilmente in mandibole da insetti. (Tanto meglio per morderti, mia cara.)

Per stroncare i mietitori sul bocciolo, Blade si unisce con riluttanza alle forze con un pacchetto di sangue, vampiri di soldati originariamente addestrati a cacciare e distruggerlo. Reinhardt (Ron Perlman), leader del pacchetto, ovviamente non dovrebbe essere fidata. Ci sono solo leggermente più dubbi sulla sincerità di Nyssa (Leonor Varela), un altro degli alleati temporanei di Blade, che sembra essere Damaskinos ’ figlia.

Girato su luoghi adeguatamente spettrali e/o decrepiti a Praga e dintorni nella Repubblica Ceca, “ Blade II ” procede al ritmo di un proiettile d’argento, a volte a spese della chiarezza narrativa. Le scene di combattimento borderline-chaotic, impostate su un punteggio rap-rock/heavy metal assordante, sono dirette e modificate per il massimo impatto cinetico. Alcuni si estendono oltre il punto di comfort, ma l’effetto complessivo è più esaltante che esauriente.

Effetti speciali — tra cui, ovviamente, la rappresentazione di vampiri disintegranti — non sono ispirati ma efficaci.

Snipes si accumula con autorità non forzata e uno smidgen di autoprodotta mentre riprende le sue pistole e le sue prestazioni di “ Blade.” I giocatori di supporto di nota includono Kristofferson, Perlman, Varela e Norman Reedus come designer di armi sgranocche.

Lo scambio più divertente si verifica quando Blade chiede se uno di Damaskinos ’ Minions è umano: “ a malapena, ” le risposte underling. “ i ’ m un avvocato.”

Lascia un commento