Biz locali “annunci” AUD e incentivi

Buenos Aires — Batteggiato da oltre tre anni di recessione, l’industria cinematografica dell’Argentina si sta rivolgendo alla pubblicità per rilanciare la presenza in diminuzione.

Con lo slogan, “ Let ’ s vanno al cinema, ” La campagna pubblicitaria copre cartelloni pubblicitari e giornali, radio e televisione. Le pubblicità con star locali sono state svelate a una festa di celebrità a novembre. 8 e fallo uno sconto del 75% sui biglietti per tutti i film a livello nazionale a nov. 15 e 16.

I biglietti in quei due giorni andranno per $ 2, rispetto al prezzo medio del biglietto di $ 7.50 a $ 8.

L’iniziativa cerca di far rivivere l’usanza di andare al cinema, afferma Jose Miguel Onaindia, direttore dell’Instituto Nacional de Cine Y Artes Audiovisuas (INCAA), il dipartimento governativo che rappresenta l’industria cinematografica.

Gli argentini, specialmente nelle classi medio-basso e inferiore, sono andati meno frequentemente — o non affatto — ai film, nonostante una zattera di successi di Hollywood e successi locali come la commedia romantica di Juan Jose Campanella “ El Hijo de la Novia ” (Il figlio della sposa), dice Onaindia.

Le tasse più elevate, l’aumento del crimine, l’aumento della disoccupazione e le riduzioni salariali sono citate come ragioni principali della tendenza.

Il sett. 11 attacco terroristico alla u.S. ha avuto un impatto anche qui, poiché più persone rimangono a casa per guardare i video.

Onaindia stima che la partecipazione al cinema è diminuita tra il 5% e il 7% rispetto allo scorso anno.

La campagna PIC, che durerà all’inizio del 2002, mira non solo a invertire il calo, ma a raddoppiare la vendita annuale dei biglietti nei prossimi tre o quattro anni, dice Onaindia. I cinema venduti 33.5 milioni di biglietti nel 2000.

Lascia un commento