Bertelsmann si concentra sulla crescita

BERLINO — Il gigante dei media tedeschi Bertelsmann sta cercando di rafforzare gli affari quest’anno dopo aver pubblicato una perdita netta di 82 milioni di euro ($ 111.1 milione) nel 2009.

Il capo dirigente di Bertelsmann Hartmut Ostrowski ha affermato che il Conglom stava ora spostando l’attenzione dalla gestione dei costi e della cassa alla crescita.

“ L’enfasi qui sarà sul continuare a sviluppare la vasta gamma di attività digitali in tutte le divisioni e per ottenere quote di mercato.”

Ostrowski ha sottolineato che la digitalizzazione e la convergenza dei dispositivi digitali offrivano un enorme potenziale per un’azienda come Bertelsmann, che conta il gruppo di trasmissione pan-europea RTL, l’editore di libri di spicco casuale e editore Gruner + Jahr tra i suoi beni tra i suoi beni.

Le entrate annuali di Bertelsmann sono diminuite 5.4% a $ 20.7 miliardi. La cifra include spese di ristrutturazione e perdita di valore di circa $ 986 milioni, rispetto ai $ 913 milioni dell’anno precedente, con conseguente utile operativo di $ 1.9 miliardi. Gli interessi e le tasse hanno tagliato l’utile netto del gruppo a $ 47 milioni, che è stato ridotto a $ 111.1 milione di perdite a seguito di pagamenti agli azionisti di minoranza. Nel 2008, il gruppo ha registrato un utile netto di circa $ 192 milioni.

Tuttavia, i dirigenti di Bertelsmann hanno mantenuto le misure di riduzione dei costi implementate l’anno scorso ha ammortizzato il gruppo contro gli effetti della recessione economica.

Un miglioramento del mercato pubblicitario ha aumentato le entrate e l’utile operativo nella seconda metà dell’anno, con conseguente calo comparativamente moderato nei risultati dell’intero anno.

Ostrowski ha affermato che il gruppo ha ridotto i costi come mai prima di mantenere, e in alcuni casi anche rafforzando le sue posizioni di mercato.

“ Bertelsmann si è dimostrata robusta e flessibile, ” Ostrowski aggiunto. “ come altre società di media abbiamo sentito gli effetti globali della crisi economica, in particolare nelle aree dipendenti dalla pubblicità. Ma Bertelsmann ha risposto rapidamente e in modo decentralizzato, allineato ai loro mercati e ai suoi clienti.”

Sebbene i dirigenti dell’azienda prevedano che le condizioni inizino a stabilizzarsi nel 2010, hanno affermato che la pianificazione per l’anno in corso è stata caratterizzata da persistenti incertezze nei mercati, senza ancora prevedibile recupero sostenibile.

Bertelsmann prevede che le entrate e l’utile operativo rimarranno stabili, con il risultato del gruppo che prevede “ aumenta in modo significativo.”

Lascia un commento