Ben Ammar Greenlights Tunisia Pic

Catturando lo zeitgeist delle rivolte in Tunisia e in Egitto, il topper di Quinta Communications Tarak Ben Ammar produrrà e finanzierà un film su Mohamed Bouazizi, l’uomo che si è dato fuoco, portando alla rivoluzione in Tunisia.

Bouazizi, laureato all’università di 26 anni senza lavoro stabile, è morto gennaio. 4 Dopo essersi sporato con benzina e accendere se stesso in segno di protesta quando la polizia tunisina ha confiscato la frutta e le verdure che ha venduto senza permesso per sostenere la sua famiglia.

Il suo atto di sacrificio di sé è diventato il catalizzatore per un’ondata di proteste che ha spinto il rovesciamento del presidente tunisino Zine El-Abedin Ben Ali a gennaio.

I manifestanti in Egitto citano Bouazizi come ispirazione nelle loro richieste di libertà, proclamandolo un eroe e un martire.

Ben Ammar, che non ha ancora stabilito un regista o un cast, afferma che le riprese inizieranno in Tunisia quest’anno per la consegna prima del Festival del cinema di Cannes 2012.

È in consultazione con la famiglia di Bouazizi e donerà loro profitti dal film.

Ben Ammar, nipote del primo presidente indipendente della Tunisia, Habib Bourguiba, era nel paese durante la rivoluzione completando la produzione su Jean-Jacques Annaud Epic “ Black Gold, ” Con Antonio Banderas e Frieda Pinto.

Possiede una partecipazione in Nessma TV, lanciata nel 2008 come primo canale satellitare indipendente commerciale per il mercato nordafricano. Nessma ha svolto un ruolo fondamentale negli eventi in Tunisia trasmettendo informazioni senza censura durante la transizione del paese verso la democrazia.

Nel 2010, Rachid Bouchareb, con sede a Parigi, Rachid Bouchareb ’ S “ fuori dalla legge, ” Informazioni sulla lotta algerina per l’indipendenza dal dominio coloniale francese, nominato per un Oscar in lingua straniera.

Lascia un commento