Battaglia online di Wills, Bills

New York — Mentre gli sforzi dell’industria musicale per costruire un’attività nel cyberspazio languiscono in un pantalone di interessi in competizione, due visioni molto diverse su come dare il via al processo hanno trovato la loro strada per Capitol Hill.

Le aziende musicali online preferiscono un disegno di legge che mira a semplificare le regole che hanno impedito ai servizi legittimi di ottenere le licenze di cui hanno bisogno per operare. Ma le etichette, che affermano che combattere la pirateria dovrebbe essere un lavoro uno, supportano una fattura proposta che chiarirebbe la strada a misure drastiche per schiacciare i file di swapp illegali.

Ogni parte dice che l’IDE IDEA, incantella un disastro per lo sviluppo di servizi musicali online legali e forse anche la musica stessa.

rappresentante. Rick Boucher (D-VA.) è il Cyber Camp White Knight. Il suo Music Online Competition Act (o MOCA) rimuoverebbe una vasta gamma di regolamenti bizantini di licenza che hanno ostacolato i colloqui nel settore privato.

E non un momento troppo presto, dicono i suoi sostenitori.

“ ci sono alcune questioni che devono essere legiferate, ” Dice Jonathan Potter, direttore esecutivo di Online Music Trade Org The Digital Media Assn. “ tu ’ hai molte fazioni in guerra in questo momento — Etichette vs. Radio, radio vs. Radio online, etichette vs. editori. È un combattimento di gatto là fuori.”

Una misura chiave nella fattura di Boucher costringerebbe le etichette a concedere in licenza la loro musica a distributori digitali di terze parti in termini paragonabili a quelli che danno le proprie iniziative interne. Ciò significa che se un servizio di download di musica indipendente come Fullaudio desidera il diritto di offrire download dal catalogo universale musica.

Tale misura potrebbe chiarire la strada a un’intera nuova ondata di imprenditori di terze parti per offrire musica sul Web senza timore di essere sottoposti a tagliare le iniziative con le etichette, dicono i sostenitori. Ma le etichette ritorcono che i modelli di business per diversi servizi meritano diversi tipi di licenze e non dovrebbero essere calzati in una tariffa unica per tutti.

Un’altra parte critica del MOCA, secondo Boucher, è la confusione su quali tipi di licenze sono necessari per diversi servizi.

Sostiene che la licenza meccanica, che copre storicamente la duplicazione di una registrazione principale, dovrebbe applicarsi solo ai download, mentre la royalty per le prestazioni dovrebbe essere pagata solo dalle società in streaming. Le organizzazioni editoriali di musica hanno capitalizzato la confusione per firmare alcuni servizi per Entrambi licenze — gradandoli con spese operative proibitive, dice Boucher.

“ cancellare tutte le licenze necessarie per offrire musica su Internet è un processo estremamente ingombrante, ” lui dice Varietà. “ la legislazione i ’ verrebbe avanzata chiarlerebbe alcune delle barriere attualmente esistenti.”

Ma registrazione del settore Assn. di America Topper Hilary Rosen derides Boucher della proposta nel MOCA, sostenendo che impedisce il diritto del settore di estrarre valore per il suo contenuto.

“ The Boucher Bill è una specie di approccio a sinistro della cucina, ” lei dice. “ è incentrato su ciò che vede come parti problematiche di stabilire un mondo online legittimo. Ma nulla di tutto ciò può davvero svilupparsi quando puoi ottenere tutta la musica che desideri gratuitamente.”

Questo è il motivo per cui Rosen e i suoi membri del maggiore etichetta preferiscono uno schema per aiutare a annullare i pirati online una volta per tutte.

Il suo autore, rappresentante. Howard Berman (D-Calif.), ripeti una grande fascia di Los Angeles e quindi conta alcune delle principali aziende di Showbiz tra i suoi elettori. Molti di loro vedono i turbolenze nello spazio musicale come un terreno di messa in scena per venire battaglie su contenuti cinematografici e televisivi online e vogliono assicurarsi che tali industrie siano in grado di sopportare la propria terra.

In quella lotta, Berman rappresenta la prima linea a Washington. Egli ha escogitato un disegno di legge che darebbe ai proprietari di contenuti più margine di manovra per combattere la pirateria peer-to-peer con mezzi tecnologici. Includono il blocco dei file offensivi e anche “ spoofing ” Networks — Mettere i file musicali fasulli nel sistema per ingannare gli utenti e rallentare il traffico.

Alcuni sostenitori di peer-to-peer nel settore tecnologico decretano i metodi come la preda sui surfisti Web, anche il branding di tale attività equivalente alla piantagione di virus nel sistema.

Ma Berman sostiene che gli svantaggi di file si espongono volontariamente all’ispezione esterna dei loro computer.

“ Credo che tale legislazione avrebbe un effetto neutrale, se non positivo, sui diritti della privacy, ” Ha detto in un recente discorso a un gruppo di commercio tecnologico. “ Un utente P2P non ha aspettative di privacy nei file di computer che rende accessibile al pubblico tramite una rete di condivisione di file P2P.”

Rosen è d’accordo.

“ il Berman Bill si avvicina molto di più per affrontare il vero problema che riguarda la musica online e quella pirateria, ” lei dice. “ è estremamente difficile investire così tanti soldi nei servizi online legittimi quando tutti sono in competizione contro i servizi gratuiti.”

Entrambi i legislatori ’ Gli sforzi affrontano una battaglia in salita. L’ufficio del copyright ha approvato solo alcune idee di Boucher e il MOCA affronta un comitato giudiziario diviso alla Camera. La proposta di Berman, nel frattempo, affronta una lotta da quelli nel campo tecnologico — Compreso lo stesso Boucher.

Lascia un commento