Barry offre adieu a u

Questo articolo è stato aggiornato alle 9:00 P.M.

New York — Barry Diller mercoledì ha annunciato le sue dimissioni come CEO di Vivendi Universal Entertainment e ha dichiarato di non avere intenzione di fare un’offerta per le risorse attualmente acquisite dal genitore Vivendi.

“ We ’ non abbiamo fatto proposta, non abbiamo ambizioni, ” Ha detto durante una teleconferenza. “ non facciamo parte di nessun gruppo, senza trama.”

Tuttavia, ha lasciato aperto l’opzione di tenere una mano in U in collaborazione con qualche altra azienda. “ se qualcuno ci chiama … Se c’è qualche opportunità, da qualche parte, che traduce queste risorse in qualcosa di maggiore valore, lo prenderemo (lo prenderemo).”

La mossa arriva lo stesso giorno in cui USA Interactive ha annunciato i piani per svelare i piani per acquistare la partecipazione in Expedia.3 miliardi in stock.

Viv U CEO Jean-Rene Fourtou assumerà il titolo aggiuntivo di Vue Amministratore delegato.

“ Vorrei ringraziare Barry Diller per il suo supporto efficiente e amichevole negli ultimi mesi, che è stato un periodo molto difficile per Vivendi Universal, ” Ha detto in una nota.

Myer sale più in alto

Con la Fourtou con sede a Parigi incentrata sulle questioni strategiche di French Conglom, U Studios Prexy-Chief Operating Officia.

Meyer ha promesso che la partenza di Diller avrà un impatto limitato sul programma di produzione di U ’. “ It ’ s Business come al solito, ” Meyer ha detto. “ cambia solo a chi seguo. Barry non è mai stato coinvolto nella luce verde delle immagini o nella scelta dei film realizzati.”

Durante il suo mandato di nove mesi come capo di Vue, Diller ha avuto la colpa per la riduzione dei budget su U. Meyer ha negato che i grandi tagli nella produzione e nel marketing fossero stati fatti o che il personale in studio fosse stato ridotto. “ che non è giusto per Barry e non è vero. (Il budget per) 2002 è sicuramente lo stesso del 2003.”

Diller, nella direttiva di Fourtou, aveva ridotto i costi da U e con alcuni account vinti. Ma la sua partenza non fa nulla per chiarire il futuro incerto di U &#8217.

Il genitore Vivendi non ha indicato, nemmeno ai potenziali offerenti, se venderà le attività di Showbiz in tutto, in parte o anche affatto.

Tempismo duro

La notizia dell’uscita di Diller è arrivata quando la sua USA Interactive scambiata pubblicamente ha annunciato un acquisto costoso e malparato di una parte della compagnia di viaggi online Expedia. Mossa ha inviato le azioni USAI crollate dopo essere state interrotte tutta la mattina alla Borsa di New York.

Usai possiede 5.44% di Vue, che Diller afferma che la società porta sui suoi libri a oltre $ 2 miliardi. Diller, personalmente e altri USAI Exex possiedono un altro 1.5% di Vue. Si è concentrato mercoledì sulla rassicurante azionisti USAI che non è stato stellato ed è legato solo a Hollywood dal palo Vue.

“ Non sto andando nel settore dell’intrattenimento. Non abbiamo assolutamente alcun interesse per nulla tranne USA Interactive, ” Egli ha detto.

Diller ha riconosciuto ciò che i suoi critici si sono impegnati per mesi: che è un conflitto di interessi per gestire sia USAI che Vue mentre le due entità sono bloccate in controversie finanziarie e strategiche e mentre Vivendi avanza con una vendita della sua u.S. beni di intrattenimento.

“ I conflitti sono ovvi e, naturalmente, penso che sia inappropriato, ” Diller disse, osservando che il suo ruolo doveva sempre essere temporaneo. “ avevo pensato che sarebbe stato un periodo di transizione da sei a 12 mesi in cui avrei integrato le attività e o tornavo a USAI.”

Controversia fiscale

Diller ha preso il palo della Vue e il titolo quando ha venduto le reti USA per viv u l’anno scorso in un accordo con l’ex presidente di Conglom Jean-Marie Messier di Conglom.

USAI e VUE stanno combattendo per circa $ 600 milioni in pagamenti fiscali USAI afferma che è dovuto. E le due parti sono state in trattative testy per mesi per svelare del tutto la partnership.

Mark Harrington, un analista dei media con Bear Stearns a Londra, Fears Diller Exit segnala una rottura totale nei colloqui “ per quanto riguarda le passività contingenti che Vivendi potrebbe dover pagare, ” che potrebbe sostenere una vendita.

Altri, inclusi gli investitori Viv U, vedono il Diller in partenza come passo necessario per spostare il processo di vendita. Viv u condivisioni sono aumentate 3.8% a $ 15.36 alla Borsa di New York.Il contratto VUE richiede un pesante pagamento fiscale a Diller se una parte di Vue — Film, TV o parchi — è scoppiato e venduto separatamente.

Diller ha confermato che non gli sarebbe dovuto soldi se Vue fosse venduto in un unico pezzo.

Marvin Davis, ex proprietario di FOX del 20 ° secolo, e un consorzio di aziende di acquisizione hanno offerto circa $ 20 miliardi per il pacchetto.

“ se il tutto è venduto, che Vivendi ha il diritto di fare assolutamente, la nostra partecipazione lo accompagna… E siamo felici di conviverci per sempre — Significato i prossimi 19 anni.”

Questo è il termine delle azioni privilegiate di USAI.

Tuttavia, Diller ha sottolineato che si aspetta una risoluzione molto prima di allora.

Mordere il sito di viaggio

Nel frattempo, le azioni di USAI sono diminuite di 6 anni.Dal 2% a $ 24.85 dopo l’annuncio di Expedia.

Expedia è in rapida crescita e ben considerata su Wall Street. Ma questo accordo lo apprezza a $ 51 per azione, un premio del 30% a martedì ’.

Il pesante pricetag ha perplesso alcuni analisti, sebbene i dirigenti USAI hanno insistito sul fatto che fosse ragionevole.

Diller ha riconosciuto il brutto tempismo dell’annuncio alla vigilia di una probabile guerra che ha già messo in fretta le scorte di viaggio e relative ai viaggi.

“ Il tempismo in relazione agli eventi mondiali è un incidente. Come spesso accade con le transazioni, impiegano il tempo che impiegano per raggiungere la conclusione. Tuttavia, eravamo, ovviamente, consapevoli di eventi oltre il nostro — E la nostra decisione di acquisire l’equilibrio di Expedia in queste circostanze sottolinea drasticamente la nostra grande convinzione nella solida crescita e sul valore a lungo termine dei viaggi online, ” Diller ha spiegato in una dichiarazione.

Separatamente, il consiglio di amministrazione di USAI ha approvato il riacquisto di un massimo di 30 milioni di azioni.

(Alison James a Parigi ha contribuito a questo rapporto.)

Lascia un commento