Bande di New York

“ bande di New York ” Porta tutti i marchi di un magnum opus per Martin Scorsese: materiale affascinante e fresco sulla sua amata New York City, una portata epica, un periodo di gestazione altrettanto epico, un elemento criminale dinamico, elementi socio-politici combustibili, elementi eccezionali e sofisticati e sofisticati Allusioni alla storia del cinema che informano e arricchiscono l’esperienza. L’immagine enormemente ambiziosa emersa dopo circa 30 anni di impegno e più di due anni di produzione non è un po ‘a corto di grande status cinematografico, ma è ancora un lavoro riccamente impressionante e densamente realizzato che apre in modo sfacciato l’occhio e la mente A aspetti non dati della storia americana. Una campagna di marketing aggressiva di Miramax, con un’enfasi sui grandi nomi in cima al cast, e la pubblicità assistente che circonda il rilascio della tanto attesa produzione, assicurerà un forte inizio commerciale e qualsiasi tagella di premi aiuterà. Ma, come ha quasi sempre fatto con i film di Scorsese, il pubblico di massa probabilmente resisterà alla violenza e alla posizione dura e insensibile del quadro, risultando in una fascia media durata B.O.

Avendo esaminato lo strato rarefatto della società di New York così meticolosamente in “ The Age of Innocence ” Quasi un decennio fa, Scorsese usa il gancio di Gang Warfare tra le classi più basse della città nel 1860 per illuminare gli argomenti così affascinanti, pertinenti e generalmente ignorati come l’immigrazione di massa, la corruzione politica, il pregiudizio, la nazione “. Chiesa militare (che potrebbe essere evitata dai ricchi per $ 300), l’ostilità nei confronti di Abraham Lincoln e la guerra civile da parte dei principali gruppi del Nord e delle bozze del 1863, il peggio nella storia americana. Solo a questo aspetto, guardando il film, scritto da Jay Cocks, Steven Zaillian e Kenneth Lonergan e ispirati all’Aneddotico Cronaca del 1928 di Herbert e invece che corse con sangue.

E il sangue gioca un ruolo importante, a cominciare da un spaventosamente violento e — con azione accelerata e intrusioni di chitarra elettronica — A volte setpiece iniziale di 15 minuti esteticamente stonanti che mette i nativisti nati americani, guidati da William Colar, alias “ Bill the Butcher ” (Daniel Day-Lewis), contro la banda di conigli morti disprezzati di cattolici irlandesi recentemente arrivato guidato dal sacerdote Vallon (Liam Neeson). Brandite lame di ogni dimensione e forma, le dozzine di guerrieri urbani si sono seccati raccapriccianti fino a quando Bill non riesce a inchiodare il suo avversario principale e assumere il controllo sulla zona squallida e pericolosa su Manhattan, il lato est inferiore noto come i cinque punti.

Testimone del massacro è il giovane figlio di Vallon, che scompare per 16 anni di apprendimento duro nella casa di Hellgate di riforma prima di scivolare nei cinque angoli nel 1862. Amsterdam Vallon (Leonardo DiCaprio), un tipo husky e avvertibile, ha la sua vista sulla vendetta, ma si trova di fronte a un macellaio del macella Nessuna delle sue carenza: “ ciascuno dei cinque punti è un dito e quando chiudo la mano, diventa un pugno, ” Bill avverte.

Nonostante tutti i suoi punti di interesse per il funzionamento di Tammany Hall e l’infinito corrotto William “ Boss ” Tweed (Jim Broadbent), il materiale espositivo precoce viene fuori come un po ‘sciatto e compresso, il che ritarda l’immagine dall’avvolgere esattamente in pista.

Sperando di fondersi, Amsterdam conferma la sua identità solo al vecchio amico Johnny (Henry Thomas) e lo accompagna su un lavoro al volere di Bill. Si avventura brevemente in “ Age of Innocence ” Territorio quando segue il bookpocket e il compagno di cinque punti l’orfano Jenny Everdeane (Cameron Diaz) Uptown, dove indossa abiti eleganti per entrare e derubare le case delle famiglie ricche (una presieduta da Scorsese in un breve cameo). Spiritato, esuberante, intraprendente e qualificato alla sopravvivenza, Amsterdam e Jenny sono chiaramente due di un genere, ma lei lo fa esplodere per il momento.

Dato lo scrupoloso approccio di Pic e la vasta tela da dipingere, l’impostazione prende la parte migliore di un’ora. Ma Pic colpisce il suo passo nei round di mezzo, mentre Bill, che non ha mai avuto un figlio tutto suo, abbraccia Amsterdam come un protetto, insegnandogli i trucchi del suo sanguinoso commercio (la sua dimostrazione di tecniche di colpa su una carcassa di maiale è classico).

Da parte sua, Amsterdam mantiene il proprio consiglio e si muove il suo tempo, arrivando sempre più a valutare il suo rapporto con il suo capo. In una superba sequenza impostata a un’esibizione di “ zio Tom ’ s Cabin ” Ciò include un attore che interpreta il presidente Lincoln ridicolizzato e colpito dal pubblico, Amsterdam salva Bill da un Bullet Assassin. Questo gli fa guadagnare un posto dalla squadra di Bill mentre si rilassano in una tana bordello-cum-opio, ma Amsterdam usa l’occasione per consumare finalmente la sua relazione spigolosa con Jenny.

In un monologo meravigliosamente schietto e discreto, Bill si confida ad Amsterdam, riconoscendo silenziosamente come il sacerdote Vallon fosse l’unico uomo che ha ucciso che ha rispettato e come la paura è lo strumento che usa per preservare l’ordine. “ La civiltà si fa sgretolare, ” Bill Laments — E così accuratamente il suo personaggio è stato sviluppato nella scrittura e da Day-Lewis ’ Performance sensazionale che, ironica è che potrebbe essere, perfettamente chiaro come l’osservazione rappresenti la verità da questo punto di vista dell’arco criminale.

Anche dopo che Jenny rivela al suo nuovo amante l’entità della sua relazione passata con Bill, Amsterdam non può ancora permettersi di aprirsi. Ma la sua vera identità presto è tradita a Bill, che arriva a un baffo di uccidere il suo presunto discepolo prima di sfigurarlo e mandarlo via. Così è il modo in cui è pavimentato per la lunga convalescenza di Amsterdam, a La Brando in “ One Eyed Jacks, ” e la sua preparazione per vendicare suo padre sta uccidendo una volta per tutte.

L’inevitabilità di questa traiettoria drammatica è raffinata dagli eventi tumultuosi che altrimenti dominano il terzo atto di Pic ’. Nel 1863, i due sono caduti così completamente che Tweed è convinto da Amsterdam, ora leader incoraggiato dalla comunità irlandese, per gestire un irlandese e un vecchio amico del sacerdote Vallon; s (interpretato da Brendan Gleeson) per lo sceriffo) per lo sceriffo) per lo sceriffo) per lo sceriffo) , con risultati devastanti.

Preparati per la clima “ Rumble ” tra Bill ’ S “ nativi americani ” e i conigli morti risorgenti di Amsterdam sono mischiati con l’inizio delle rivolte del progetto, che inghiottì l’intera città e, nella vita reale, durò per quattro giorni e notti. Il tentativo ambizioso di bilanciare i macro e i micro aspetti della storia sono gestiti abbastanza bene se non con fiducia magisteriale e una sequenza tranquilla di scatti di paesaggio urbano alla fine assicurerà una posizione di pubblico riflessivo all’uscita.

Non si può confondere ciò che Scorsese stia tentando qui — una grande epopea storica/politica/romantica che colloca personaggi memorabili su uno sfondo culturale ricco alla maniera di “ The Leopard, ” “ The Godfather Part II ” e “ Once Upon a Time in America.” Secondo questi standard, le carenze di “ bande di New York ” sono evidenti — stimolazione irregolare, mancanza di piena integrazione di caratteri secondari, eccessiva educazione intermittente per creare un effetto per il sake di effetto, incerto in Amsterdam ’ s V.O. narrazione rispetto alla punta di gran parte del dialogo.

Tuttavia, ci sono molti aspetti di “ Gangs ” Ciò potrebbe giustificare le loro analisi. La ricerca che per necessità è andata a ricreare l’area svanisca e scarsamente documentata ha dato i suoi frutti in modo sufficientemente fisico, prima di tutto negli straordinari progetti di produzione di Dante Ferretti. A partire dalle grotte sotterranee da cui emergono sacerdote Vallon e suo figlio nel film di apertura dei film e passano alle gabbie di appartamento simili a zoo abitate dal nuovo lotto di immigrati, gli uffici meravigliosamente individuati di Bill e Tweed, A “ Gesture di Shanghai ” -Make Chinese Entertainment Emporium e l’enorme rete di strade esterne, il lavoro di Ferretti è una meraviglia superata.

Poi ci sono
Sandy Powell è colorato e esagerato ma in qualche modo convincenti costumi, il barilotto della musica di origine che domina una colonna sonora compilata da Howard Shore; è per lo più efficace ma occasionalmente intrusiva di Michael Ballhaus ’ cinematografia. Allo stesso tempo, bisogna dire che gli scatti, nel complesso, mancano dell’audacia compositiva, dell’eleganza e della grazia visiva delle migliori collaborazioni di Scorsese-Ballhaus, in particolare “ Age of Innocence.”

Sarà indubbiamente valutata la rappresentazione degli aspetti storici, politici ed etnici/razziali dell’epoca.W. Film di gang originale di Griffith, The 1912 “ The Musketeers of Pig Alley, ” a Samuel Fuller, crime Mellers “ House of Bamboo ” e “ Underworld U.S.UN.”

Solo un esempio del film sbalorditivo di film risiede nella vasta gamma di accenti usati dagli attori di oltre 100 anni con parti parlanti. Ci sono suggerimenti in Day-Lewis ’ schemi vocali di quello che è diventato noto come A “ New York Accent, ” Ma c’è anche una qualità grande e articolata che la distingue. DiCaprio adotta plausibilmente un leggero lilt irlandese, mentre ci sono alcuni iberniti che non parlano affatto inglese, solo gaelico. Normalmente non si prende nota di un allenatore di dialoghi del film, ma l’uomo sul posto qui, Tim Monich, merita complimenti per il suo lavoro straordinariamente attento.

Una presenza spaventosa e galvanizzante qui con i suoi enormi baffi e costolette, capelli intonacati e un buon occhio, il giorno-leve è riuscito a trasformare il macellaio in una figura sorprendentemente arrotondata che si può capire senza mai dimenticare la sua malevolenza. Particolarmente divertente è l’appetito di questo uomo minimamente istruito per le parole fantasiose, che lascia cadere in frasi con intento velenoso. Per una buona misura, sfoggia un abito che lo fa sembrare ancora più alto di lui, e TheSp ha anche padroneggiato il sorriso sincero di Robert de Niro.

Più robusto di prima e sportivo baffi di luce, DiCaprio è una forza fisica ed emotiva dinamica in tutto, mentre Diaz suona vibrantemente il gatto selvatico a testa rossa la cui volontà sembra placarsi solo nel terzo atto, quando lei è improvvisamente ridotta a giocare a Nursemaid per Amsterdam.

L’unica lamentela che potrebbe essere registrata sui giocatori di supporto è che non sono abbastanza da fare, in particolare Gleeson come un taciturno roughneck con 44 uccisioni sul suo club e Thomas, efficace in uso limitato come una figura tragica ambigua. Broadbent, Neeson e Reilly, quest’ultimo come un poliziotto in combutta con le bande, tutti calze sui loro ruoli con gusto e convinzione.

Lascia un commento