Avvocati Generale sospende Protect IP Act

Un gruppo di 42 procuratori generali ha approvato gli sforzi del Congresso per approvare un disegno di legge anti-pirateria quest’anno, sostenendo gli sforzi di Hollywood per promuovere la legislazione nonostante un po ‘di scetticismo nel settore tecnologico.

I funzionari di te.S. Stati e territori hanno inviato una lettera lunedì ai leader dei comitati giudiziari del Senato e della Camera che chiedevano la legislazione “ per interrompere la contraffazione e il modello di business pirattico tagliando tali siti dal mercato americano.”

“ Questa risposta strettamente adattata all’attività chiaramente illegale consentirebbe un’azione efficace contro il peggio dei peggiori contraffattori e pirati online, ” la lettera affermava.

La scorsa settimana gli avvocati generali hanno quasi dato la loro approvazione a un disegno di legge introdotto al Senato la scorsa settimana che avrebbe permesso al Dipartimento di Giustizia. Per ottenere ordini giudiziari che richiedono che processori di pagamento, servizi pubblicitari, server di sistema di nome dominio e motori di ricerca tagli il supporto per i siti dedicati alla vendita e alla distribuzione di contenuti piratati.

Il disegno di legge, chiamato Protect IP Act e supportato da studi, sindacati e gilde, dovrebbe ottenere un sostanziale supporto bipartisan, anche se alcuni gruppi di commercio tecnologico, come il consumo elettronico Assn., esprimere dubbi. Sono preoccupati per una disposizione che consente ai proprietari di copyright, non solo al governo, di intraprendere azioni giudiziarie contro nomi e siti di dominio a determinate condizioni, come tagliare i servizi pubblicitari e le transazioni finanziarie.

Michael Petricone, senior vicepresidente di CEA, Michael Petricone ha dichiarato di temere che la disposizione si tradurrà in contenziosi dannosi contro gli imprenditori legittimi.” Dicono anche che l’inclusione dei motori di ricerca nel disegno di legge è ridondante, in quanto Google e altri hanno già la responsabilità di affrontare la violazione tramite il Digital Millennium Copyright Act.

Nel frattempo, il film Assn. Of America, che è tra le organizzazioni del settore che guidano la spinta del lobbying, hanno lanciato un nuovo blog questa settimana, chiamato Issues, Innovation and Creativity, compresi gli aggiornamenti sulla legislazione. E la Copyright Alliance ha avviato un nuovo sito, artisti contro il furto digitale, progettato per mobilitare la comunità creativa a supporto.

Un altro disegno di legge introdotto la scorsa settimana renderebbe un crimine illegale di contenuti protetti da copyright, mettendolo in linea con la classificazione penale per altre forme di distribuzione digitale non autorizzata.

Lascia un commento