Attenersi alla sceneggiatura

Quella, e altre notizie, in oggi ’ s Panorama politico.

Barack Obama e John McCain si impegneranno in un formato di dibattito più lento rispetto ai precedenti dibattiti elettorali generali — Benvenuti notizie per chiunque sia stanco dei forum passati stodgy e strutturati. Ma il dibattito vicepresidente rimarrà in gran parte Vicino ai formati passati, secondo il New York Times.

Patrick Healy scrive, “ all’insistenza della campagna McCain, Ott. 2 dibattito tra il candidato repubblicano per il vicepresidente, Gov. Sarah Palin e il suo rivale democratico, il senatore Joseph R. Biden,
avrà segmenti di domande e risposte più brevi rispetto a quelli per il
nominati presidenziali, hanno detto i consulenti. Ci sarà anche molto meno
Opportunità per gli scambi diretti a ruota libera tra la corsa
compagni.

“ McCain Advisers ha dichiarato di essere stato preoccupato che un allegio
Il formato potrebbe lasciare MS. Palin, un dibattito relativamente inesperto, a
svantaggio e in gran parte sulla difensiva.”

La mia opinione: un formato più libero per i dibattiti presidenziali potrebbe aiutare McCain, soprattutto quando si tratta della capacità dei candidati di impegnarsi in scambi personali. Sotto l’attacco di Hillary Clinton nei dibattiti primari, Obama a volte sembrava un po ‘sconvolto, in particolare nel loro incontro finale in Pennsylvania. Ma il dibattito Veep potrebbe finire per aiutare Joseph Biden, poiché forse rimuove un po ‘di imprevedibilità e rischi di andare contro un candidato in gran parte sconosciuto nel formato del dibattito.

Ma il passaggio a uno stile a ruota più libera tra Obama e McCain è atteso da tempo, soprattutto data la miriade di formati che gli elettori hanno visto nei dibattiti da record durante la stagione primaria. I dibattiti vanno dai forum del municipio, domande man-on-the-street, domande via e-mail e, ovviamente, YouTube e i pupazzi di neve parlanti. E il nuovo formato consentirà anche ai candidati di fare commenti più lunghi sull’economia nel loro primo dibattito di venerdì. Il tema del dibattito è la politica estera.

“ SNL ” Colpisce ancora: “ Saturday Night Live ” devoto La sua scenetta di apertura a John McCain, apparentemente con l’aiuto di uno dei suoi ex scrittori, Al Franken. Secondo il Politico, ha suggerito idee per lo schizzo di apertura via telefono dal Minnesota, dove è in corsa per il Senato.

The Politico: “ Franken’Il contributo allo spettacolo ha accecato il suo personale della campagna, che ha
sono stato costretto a spiegare alcune delle parti più grossolane e profane
la sua scrittura e recitazione passati che sono stati usati come foraggio contro di lui
In uno stato noto per le sue educate maniere.

“ portavoce di Franken, Colleen Murray, ha detto per la prima volta il democratico
Candidato al Senato “Didn’non scrivi qualcosa per SNL stasera.” Ma premuto
Se era coinvolto nello spettacolo o era stato in contatto con il personale
Membri, Murray ha ammesso che Franken ha avuto un ruolo nel programma di sabato 8217;.”

Aspettatevi che lo sfidante di Franken Norm Coleman ne faccia molto (senatore o scrittore di commedie?) soprattutto in uno stato in cui gli elettori hanno eletto il candidato alle celebrità Jesse Ventura al Governnatorato nel 1998, poi si è frustrato quando ha preso un lavoro Monnlighting come commentatore della NBC della NBC, la lega di calcio invariata della XFLA.

Qui ’ s lo schizzo:

Robbins reagisce: Tim Robbins dice The Politico Jeffrey Ressner, “Quando McCain ’ s
bugie per la campagna, perché è una storia? Perché segnalare la bugia?” Lui
chiesto. “Se Charles Manson chiama e dice che lui’s innocente di
commettere omicidio è che una storia? Bene, no, Charles, tu’sono stato
condannato, esso’è una bugia e lo sappiamo tutti, quindi noi’non funzionerà
quella storia. Non è’c’è un tentativo di dire, ‘Guarda quello’non è vero
e noi’non sta per stamparlo’?”

Alzando su Pitt: I sostenitori della proposta 8, che cerca di vietare il matrimonio tra persone dello stesso sesso nello stato della California, stanno ora raccogliendo denaro su Brad Pitt ’ s $ 100.000 donazione la scorsa settimana. Karen Inghilterra, responsabile della campagna per Yes on 8, afferma in un’e-mail che il contributo di Pitt è “ ulteriori prove del fatto che l’élite di Hollywood è fuori contatto con l’americano medio.”

“ Con la ricca Hollywood in fila per distruggere il matrimonio, invitiamo ogni cittadino interessato a donare $ 15 per ogni film di Brad Pitt che abbiano mai visto. E se non vedono film di Brad Pitt, per donare $ 10 per quei film invisibili.” (Potrebbe riferirsi a “ incontrare Joe Black ”?)

Lascia un commento