AOL fa clic su Disney in e-mail privato

Washington — Nutrire la faida tra i due behemoth showbiz, AOL ha richiesto che il Walt Disney Co. Spiega in modo più dettagliato perché ha fatto circolare informazioni riservate sulla fusione AOL/Time Warner tra il personale Disney, violando così un ordine di protezione FCC.

In una lettera inviata alla fine della scorsa settimana, il consulente generale online dell’America George Vrandenburg III ha anche chiesto alla Federal Communications Commission di indagare sulla questione per determinare se eventuali sanzioni dovessero essere imposte alla Disney, che si è opposta alla fusione di $ 183 miliardi dei due giganti dei media.

Per far avanzare questo sforzo, una manciata di avvocati che rappresentano la Disney ha avuto accesso ai documenti depositati presso la FCC da AOL e Time Warner. Tali parti esterne devono firmare un ordine di protezione che accetta di non diffondere alcuna informazione in essa contenuta.

Mercoledì, il consulente esterno della Disney Lawrence Sidman ha informato il FCC del “ involontario ” violare in una lettera copiata ad AOL e Time Warner. Ha dichiarato che un avvocato associato ha scritto un’e-mail sept. 22 a due consulenti Disney inhouse che descrivono in dettaglio una parte dei documenti protetti, che erano stati visualizzati a settembre. 14.

“ L’avvocato ha fornito queste informazioni in base alla convinzione errata che i consigli (interni) avevano eseguito i riconoscimenti richiesti di riservatezza, ” Sidman ha detto in una lettera alla FCC.

I contenuti dei documenti in questione sono sconosciuti.

Ritardi ed eliminazioni

Disney si rese conto del suo errore entro un’ora e “ furono prese passi immediati per correggere la situazione, ” Ha detto Sidman. A quel punto, tuttavia, le e-mail avevano “ purtroppo ” stato ritrasmerato da uno degli avvocati interni a un certo numero di altri dipendenti Disney. Un’altra e-mail è stata inviata ordinando allo staff Disney di eliminare la comunicazione precedente e per ignorare immediatamente il suo contenuto.

Nella sua lettera, tuttavia, Vrandenburg si è chiesto perché la Disney non ha riconosciuto la violazione fino a mercoledì, cinque giorni dopo che l’errore è stato notato. Un altro avvocato che rappresenta la Disney ha chiesto l’accesso a settembre. 25 ad altri documenti riservati.

Il consulente AOL, ancora ignaro della precedente violazione, ha accettato di lasciare che l’avvocato guardi i documenti mercoledì.

Record richiesti

AOL chiede che la Disney fornisca alcuni record, come una copia della prima e-mail, un elenco di tutti i destinatari, copie delle e-mail successive, una contabilità del ritardo di cinque giorni nella notifica al FCC della violazione, come così come una contabilità di tutte le discussioni relative alla visione aggiuntiva dei documenti mercoledì.

La questione è in fase di revisione dallo staff FCC.

Sidman non poteva essere raggiunto per un commento.

Lascia un commento