Anschutz Eyes Regal

Regal Cinemas è vicino alla dichiarazione di fallimento Reorg in una mossa prevista per il controllo della più grande catena di cinema della nazione a un gruppo di investimento guidato dall’imprenditore di intrattenimento e detentore del debito regale Philip Anschutz.

Anschutz, che mercoledì ha annunciato un accordo per l’acquisto nel circuito teatrale di Edwards e in precedenza ha assunto i teatri degli artisti uniti, avrebbe così controllato oltre il 20% di tutti.S. schermi.

Entro la fine di maggio è previsto un deposito capitolo 11 di Regal, che seguirebbe almeno 10 azioni simili per circuiti tra cui Edwards e UA.

La parola ha recentemente diffuso che il Knoxville, Tenn.-Il circuito basato avrebbe presentato una petizione REorg oggi, ma ciò era prima che il Consiglio regale diresse gli avvocati e vari altri consulenti per continuare a caccia di uno schema per salvare gli attuali proprietari. Regal è in gran parte di proprietà di società di investimento Hicks, Muse, Tate & Furst e Kohlberg Kravis Roberts, che probabilmente farebbero un bagno da $ 1 miliardo se il circuito si presenta per Reorg.

In altre esposizioni recenti Reorgs — come nel capitolo 11 casi generalmente — I titolari di equità come Hicks, Muse e KKR vengono svuotati mentre i possessori del debito inghiotti i circuiti per poco più di quello che è necessario per coprire il debito protetto. A Regal, il debito supera i $ 1 miliardo al momento, circa lo stesso di quello che le due società di investimento hanno pagato congiuntamente nel 1998 per acquisire una partecipazione a maggioranza nella società.

È ritenuto che il CEO di Regal Mike Campbell abbia una piccola partecipazione di minoranza nella società privata. Ma sebbene Campbell sia anche presidente del consiglio di amministrazione della società, i suoi interessi sono visti legati al gruppo degli investitori guidato da Anschutz e allineati contro Hicks, Muse e KKR.

“ se sei un manager in una situazione come questa, tutto ciò che vuoi fare è allontanarsi dalla tua tavola il più rapidamente possibile, ” osservata una persona vicina al gruppo degli investitori.

Una fonte ben posizionata ha affermato che il gruppo Anschutz probabilmente manterrà Campbell in atto dopo qualsiasi acquisizione.

“ lui è stato fatto molto bene in alcune condizioni di prova, ” la fonte ha detto.

Capitolo 11 non forzato

Anschutz sta collaborando con investitori tra cui Oaktree Capital, L.UN.-Fondo di acquisto basato che è anche collaborato con lui sull’acquisizione di Edwards. Altri partecipanti al gruppo Regal Investors — che ha ottenuto circa 650 milioni di dollari in debito in difficoltà che si aspettava di convertirsi in equità in un Reorg — Includi Putnam Investments e Tudor Investment.

Il gruppo ha resistito a forzare un’azione del capitolo 11 a Regal perché i loging volontari sono considerati più rapidi. Ma sebbene il bilancio di Regal sia così rannicchiato dalle pressioni del debito che una sorta di deposito Reorg è considerata una conclusione scontata, la società giovedì ha rifiutato di dire quando — o anche se — Una petizione del capitolo 11 potrebbe essere presentata.

“ I nostri partner e i consulenti esterni continuano ad aiutarci a valutare le varie iniziative del settore disponibili per la nostra azienda, ” Regal ha detto in una dichiarazione. “ non è stata presa alcuna decisione riguardo a una potenziale ristrutturazione ai sensi del capitolo 11.”

Ma nonostante la dragaggio dei piedi da parte del Regal Board, gli osservatori dicono che ci sono piccoli hicks, Muse e KKR possono fare per proteggere i loro interessi.

Chiusure probabilmente

Nel frattempo, una crescita di una regale Reorg probabilmente sarebbe una campagna intensificata di chiusure teatrali. Come altre grandi catene cinematografiche, Regal è caduto in disordine finanziario — comprese le impostazioni predefinite su un numero di alleanze di debito — In gran parte a causa dell’aggressiva costruzione multiplex che mancava di una chiusura compensativa di teatri più anziani e non redditizi.

I circuiti precedentemente depositati per REorg hanno utilizzato la procedura fallimentare per interrompere i contratti di locazione a lungo termine su proprietà indesiderabili e si può prevedere che Regal segua il modulo. La società ha già chiuso circa 94 sale con 626 schermi negli ultimi 16 mesi, ma ha anche aperto 19 teatri con 294 schermi nello stesso periodo.

Le mosse hanno portato a un modesto calo del suo conteggio dello schermo. Regal gestisce 354 sale con 4.067 schermi.

Ma aggiungendo persino un Regal ridimensionato alle altre attività della mostra Anschutz e il controllo dei suoi partner si posizionerebbero sotto un ombrello di oltre 6.000 schermi — una presa senza precedenti su di u.S. esposizione.

Resta da vedere se ciò si traduce in vantaggi operativi.

“ teoricamente, Anschutz sarebbe in grado di controllare i prezzi dei biglietti, ma penso che il mercato sia tale che si imbatterà in problemi antitrust statali e altre difficoltà, ” Detto analista Arthur Rockwell di Rockwell Capital Management a Los Angeles.

“ e come acquirente di prodotti cinematografici, non penso che avrà necessariamente più peso, perché gli espositori di controllo degli studi, non viceversa, ” Rockwell ha aggiunto. “ Voglio dire, se non hai fatto ‘ la mummia restituisce ’ Lo scorso fine settimana, eri fuori lavoro.”

Ciò che probabilmente motiva Anschutz — Un miliardario famoso e timido che sta ancora articolando la sua strategia espositiva — probabilmente implica il semplice riconoscimento che i circuiti rappresentano un vero affare, ha detto l’analista.

“ Penso che si rendesse conto che il business della mostra è fondamentalmente un buon affare, e sta ottenendo beni con uno sconto incredibile dal loro vero valore, ” Disse Rockwell.

Lascia un commento